Gamereactor Italia. Guarda i trailer più recenti dedicati ai videogiochi, ma anche le nostre ultime interviste dalle fiere e dalle convention più importanti del mondo. Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni film
Lightyear

Anno luce

Abbiamo visto l'ultimo film della Pixar, basato sul suo iconico astronauta Buzz Lightyear.

Nel 1995, il giovane Andy scambia tutta la sua roba da cowboy per astronavi quando riceve una vera bambola Buzz Lightyear come regalo di compleanno. Conosciamo tutti la rivalità tra lo sceriffo Woody e l'invadente cosmonauta, ma pochi conoscono la vera storia dietro l'eroe spaziale! L'ultimo film estivo della Pixar appare come il film preferito di Andy nel 1995, con Lightyear che agisce sia come un film solista che può stare in piedi da solo e come uno spin-off "all'interno del suo universo". È un po' divertente che un film del 1995 sembri molto più bello della realtà di Toy Story negli anni '90! No, non sarò così; In realtà ho adorato la premessa non appena la Pixar ha annunciato tutto, poiché ho sempre desiderato una pura avventura di Buzz Lightyear da quando Toy Story 2 si è aperto con un'introduzione al videogioco incentrata su Buzz.

Lightyear è esattamente il film che volevo, un'avventura spaziale che può reggersi sulle proprie gambe e che si svolge qui in un lontano futuro in cui l'umanità cerca di espandersi nell'universo. L'astronauta Buzz Lightyear diventa improvvisamente la persona più importante dell'universo quando la sua gente è bloccata su un pianeta inospitale e diventa la loro unica possibilità di ritrovare casa, il che non allevia direttamente il suo fardello: può vivere con gli errori che possono costare a lui (e all'umanità) tutto?

HQ

Per cominciare, il primo atto del film è un brillante inizio per il film. Gli sforzi emotivi sono un misto di Interstellar e i primi dieci minuti strappalacrime di Up, dove il nostro eroe si rende conto rapidamente che deve piegare il tempo e lo spazio per dare alla sua colonia una possibilità onesta nel vuoto e freddo vuoto che è lo spazio. Chris Evans è davvero bravo nel ruolo di una variante umana più fresca del veterano del giocattolo, che qui fa molto di più che imitare il successo di Tim Allen e che dà al personaggio ancora più dimensione. Questo Lightyear vive per la sua missione di una vita, ma non vive una vita reale e quindi il minimo errore è come portare un intero pianeta sulle sue spalle. Le sue dinamiche con i "debuttanti" del film diventano in qualche modo prevedibili, ma soprattutto, il suo rapporto con il maestro Hawthorne è uno dei grandi punti salienti del film.

Mi piace anche l'ampiezza del film, che pensa in grande dall'inizio alla fine ma non si perde mai tra tutti i colpi di scena fantascientifici di cui ce ne sono così tanti che non un solo secondo sembra noioso. Il secondo atto diventa molto più frenetico e ricco di azione quando l'alieno Zurg, che nei film di Toy Story ha agito come arcinemico di Buzz, invade e Buzz è costretto a fondersi con una forza d'élite autoproclamata che manca di tutto chiamato "élite". L'umorismo non sempre atterra, ma ci sono una serie di divertenti personaggi secondari come il gatto robot artificiale Sox (che è principalmente lì per vendere giocattoli) e Mo Morrison di Taika Waititi che diverte grandi e piccini. I miei personaggi preferiti, tuttavia, erano il pilota automatico non sempre utile di Lightyear, e il cupo Burnside, che ha una presenza così piccola che avrebbe potuto essere usato ancora di più nel film.

Annuncio pubblicitario:
Lightyear

Anche l'animazione non è per i deboli di cuore, e anche se avrei preferito uno leggermente più stilizzato (come quello di Toy Story) rispetto al realismo in cui i registi investono, il design fantascientifico del film è un passo davvero gradito per il catalogo di avventure della Pixar e spero di vedere film d'azione più puri di questo studio. Le scene d'azione sono molto focalizzate ed è piuttosto eccitante grazie alle sequenze, che ricordano l'ingegno di Brad Bird nei film De Gli Incredibili. In altre parole, è un film incredibilmente bello, dove la magia di Spielberg e 2001: Odissea nello spazio sono state chiare ispirazioni per la storia.

D'altra parte, posso pensare che l'ultimo atto del film sia leggermente più debole della prima metà del film, che purtroppo non sarebbe la prima volta per la Pixar. Film come Up e Wall-E hanno sofferto dello stesso problema, dove diventa troppo un colpo di scena. Tuttavia, Lightyear sembrava un po ' come un sogno d'infanzia realizzato, che era la sensazione che ho preso con me dopo la fine del film. Vedere la vasta gamma di emozioni di Lightyear e tenere ancora alto il suo eroico mento ti ha fatto sentire un po 'come Andy in Toy Story: euforico nel vedere un eroe dell'infanzia umanizzato in questo modo. Poi improvvisamente non importa tanto che l'ultimo atto non raggiunga le altezze del resto. C'è così tanto cuore dietro la tuta spaziale che è bello vedere la Pixar che offre più successi come questo e Turning Red dopo delusioni come Onward e Luca. Inoltre, non sarebbe male con più sequel di Lightyear essere all'altezza della linea immortale: "Verso l'infinito e oltre!"

Lightyear
Annuncio pubblicitario:
08 Gamereactor Italia
8 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Anno luce

Anno luce

RECENSIONE FILM. Scritto da André Lamartine

Abbiamo visto l'ultimo film della Pixar, basato sul suo iconico astronauta Buzz Lightyear.



Caricamento del prossimo contenuto