Italiano
Gamereactor
Recensioni Serie TV

Dark 3 - La recensione

Si conclude la serie sci-fi rivelazione di Netflix.

Poche cose appassionano come Dark, poche serie televisive sono enigmatiche come Dark. Lo show televisivo tedesco in esclusiva su Netflix è probabilmente uno dei prodotti più complessi offerti dal servizio over-the-top statunitense, ma è anche quello che è riuscito a guadagnarsi un significativo seguito di appassionati da quando ha debuttato per la prima volta nel 2017. Non c'è un motivo preciso per cui si ama Dark: c'è chi è affascinato dal suo concetto di viaggi nel tempo, c'è chi è colpito dal grande mistero che ruota attorno a questa anonima cittadina immaginaria chiamata Winden, e c'è chi non può fare a meno di scoprire quale sarà il prossimo filo rosso che lega tra loro i vari personaggi. Senza dubbio, è una serie che va seguita con accanto un taccuino dove appuntare tutti i volti, tutte le epoche e tutti i dettagli che emergono man mano che i segreti di questo straordinario universo vengono a galla. In un certo senso, un po' come accadde per Twin Peaks nei primissimi anni Novanta, anche se per motivi molto diversi.

Lo scorso 27 giugno è stata pubblicata su Netflix la terza e ultima stagione, che ha provato finalmente a fare luce sull'intera risoluzione che ci ha portato ad esplorare questo universo insieme ai vari Jonas, Martha, Claudia, Mikkel, Charlotte...l'elenco rischia di diventare infinito, quindi taglieremo corto. E, nonostante fossi davvero dubbiosa sul fatto che i suoi autori (Baran bo Odar e Jantje Friese) fossero in grado di sbrogliare l'intricata matassa di eventi che hanno caratterizzato due intense stagioni, sono rimasta davvero sorpresa di quanto, nell'episodio conclusivo, ogni pezzo del puzzle combaciasse alla perfezione, in modo completamente sensato e inattaccabile. Evito di addentrarmi nella trama per non cadere in tentazione di spoilerare qualche informazione di troppo, ma è evidente quanto sia stato attento e accurato il lavoro di scrittura di Dark.

Dark - Sæson 3

È raro che un prodotto di fantascienza, genere a cui appartiene Dark, sia capace di avere un senso e offrire una spiegazione ragionata e chiara nel suo epilogo. Questo, come dicevamo, è dovuto anche ad un solido lavoro di scrittura che è il vero cuore funzionante di questa serie. Una volta conclusa la visione della terza stagione, ho voluto mettere alla prova le abilità degli stessi autori e ho provato a riguardare buona parte della prima stagione: ebbene, stenterete a crederci, ma tantissimi indizi sulla risoluzione del mistero ci vengono in qualche modo suggeriti con prepotenza già qui, semplicemente prestando attenzione agli oggetti, agli ambienti, agli stessi personaggi. A quello che dicono, talvolta. Nulla è casuale, ma c'è un processo attivo di creazione che è incredibilmente potente in Dark.

Ma non solo parole. Un altro livello su cui questa serie rivelazione lavora in modo impeccabile è quello visivo. Quando iniziano entrare in gioco le diverse dimensioni spazio-temporali, è affascinante osservare la specularità dei mondi differenti. Intere sequenze sono state girate nello stesso identico modo, posizionando macchina da presa e personaggi nella medesima posizione, se non in direzione speculare. Vi capiterà diverse volte di dire «Ho come una sensazione di deja-vu» e c'è un motivo: perché Dark lavora esattamente su questo elemento, l'idea, cioè, che ciò che alcuni personaggi stanno vivendo sia in realtà un loop infinito di eventi scatenato da qualcosa di superiore. Ricreando questo effetto, gli spettatori vengono messi sullo stesso piano dei personaggi, condividono con loro le ansie, le angosce, quella sensazione scomoda di «già visto», in cui credi di aver già vissuto una determinata esperienza. Perché sì, in fin dei conti è così: l'hai già vista, ascoltata, vissuta.

«ἔρως καὶ θάνατος» (amore e morte in greco) sono i due fuochi attorno cui si sviluppa e si inerpica Dark, due elementi che da sempre hanno condiviso straordinari punti di contatto. Non c'è morte senza amore e viceversa, ed è su questo rapporto univoco che si costruisce il racconto labirintico di questa serie. Il desiderio di salvare chi si ama dalla morte, amare qualcuno al punto di sacrificare la propria vita e morire, è uno dei grandi temi universali attorno cui si sviluppa questo plot. Ma badate bene, il discorso affrontato da Dark non si esaurisce in facili o banali dissertazioni; la forza di questo prodotto risiede nel lasciare lo spettatore libero di cogliere l'interpretazione che sente più affine al proprio animo. Nonostante la storia si esaurisca, i tasselli vengano rimessi al proprio posto e, in altre parole, c'è lo «spiegone finale», ciò che ha da sempre contraddistinto questa serie è la sua capacità di piegarsi alle analisi, alle libere associazioni di idee.

Dark - Sæson 3Dark - Sæson 3

E vi faccio un esempio concreto: parlando con un'amica in merito al grande tema sotteso a questa terza stagione, lei vi ha colto una grande e profonda discussione sul tema dell'eutanasia. Io, da inguaribile romantica (leggasi ironicamente), vi ho colto quanto la scienza talvolta venga piegata ad alcune egoistiche necessità affettive (maledetto amore!), sconvolgendo in modo irreparabile gli equilibri. Eppure, è molto probabile che voi abbiate letto qualcos'altro ancora e dato la vostra libera interpretazione; perché è quello di cui, in fin dei conti, cerca di fare Dark: fare in modo che ciascuno legga in questo racconto qualcosa di sé, pur offrendo una narrazione coerente, senza sbavature, che appaga senza rimpianti.

Sentiremo la mancanza di una serie come Dark, ora che è ufficialmente calato il sipario sui segreti di Winden. E non perché Netflix o altre piattaforme analoghe non offrano altri prodotti di qualità, tutt'altro, ma perché ti senti parte attiva del suo sviluppo, non ti limiti semplicemente a guardare, ma provi a dare il tuo contributo nello svelamento finale, rimettendo insieme i pezzi, proprio come se fossi uno dei suoi personaggi. Sarà interessante scoprire in futuro quali siano i prossimi progetti di Baran bo Odar e Jantje Friese, perché dopo aver dato vita a un prodotto energico ed entusiasmante come Dark, non escludiamo che possano catturare nuovamente il nostro interesse nel prossimo futuro.

Dark - Sæson 3
09 Gamereactor Italia
9 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.