Italiano
Gamereactor
preview
Dead Island: Riptide

Dead Island: Riptide

A fine aprile torneremo in un paradiso tropicale invaso dagli zombie. Abbiamo provato Dead Island: Riptide in anteprima.

HQ

L'apocalisse zombie ambientata in un paradiso tropicale e creata dallo studio polacco Techland fu una sorpresa positiva, quando uscì un paio di anni fa. L'intero concept si basava sulla sopravvivenza e offriva una nuova prospettiva in questo genere di giochi. Dead Island: Riptide ne è il successore, oltre che un sequel molto ritoccato. La tecnologia e la maggior parte delle meccaniche sono le stesse, ma il gioco mette in scena alcune cose in maniera diversa. Riptide offre una maggiore azione e migliora la violenza.

Il miglioramento degli aspetti violenti del gioco è letterale. Nella prima scena vediamo una nave militare australiana nel bel mezzo di una forte tempesta e piena zeppa di non morti affamati, due fattori che rendono la nave una trappola mortale semovente. Il giocatore veste il ruolo di John Morgan, soldato e nuovo personaggio giocabile del franchising.

John sa come comportarsi con gli zombie. E lo sa fare bene. Le prime fasi sul ponte della nave e sottocoperta ci mostrano un assassino veterano, e non un sopravvissuto terrorizzato. Ma, prima di affrontare i cattivi, Morgan deve lottare con la nuova minaccia della serie: l'acqua.

Dead Island: Riptide
Annuncio pubblicitario:

In un primo momento, John si fa strada dalla sala macchine al ponte superiore, dove attende un elicottero. Ma il percorso è molto complicato, perché le stanze iniziano a riempirsi d'acqua, ed è necessario evitare di affogare e, al contempo, stare lontani dai nemici. Una volta giunti sul ponte, scopriamo delle onde enormi, una delle quali è capace di rivoltare la nave. Segue una sparatoria, e lo schermo diventa nero. Ora tocca a noi giocare.

Dopo questa prima fase demo, ci troviamo a Palanai, un'isola che fa parte dell'arcipelago di Banoi e che, naturalmente, è invaso dagli zombi.

Palanai ha appena subito una grande inondazione, e diverse sezioni dell'isola sono sommerse. Inoltre, vi è un nuovo sistema metereologico dinamico che provoca tempeste improvvise e che ostacolano la visibilità. Questi fenomeni si verificano in modo casuale, ma gli sviluppatori hanno studiato un sistema per introdurli in maniera cinematografica.

Un altro cambiamento riguarda la quantità di munizioni disponibili: il caricatore non resta vuoto molto spesso, ma l'accento rimane comunque sul combattimento corpo a corpo, un aspetto che i progettisti hanno introdotto per aumentare il livello di azione. Le armi da fuoco appaiono più di frequente, dato che sia gli abitanti dell'isola che i personaggi giocabili sono consapevoli della minaccia zombie e, pertanto, hanno adottato le loro contromisure.

Annuncio pubblicitario:
Dead Island: RiptideDead Island: Riptide

Di conseguenza, si agisce con un piano piuttosto elaborato. La prima cosa da fare quando si arriva sull'isola tropicale è quella di cercare luoghi sicuri. La cittadina di Henderson è strutturata in maniera verticale. Le donne inferiori sono parzialmente allagate, mentre le donne superiori sono completamente invase dai cadaveri. Le zone più alte, in genere, sono più sicure, ma le zone più basse inondate dall'acqua nascondono più tesori.

Gli sviluppatori ci hanno mostrato una nuova arma molto efficace. Poiché si scopre che gli zombie sono sensibili ad una certa frequenza, è possibile lanciare una sorta di bomba radio che fa esplodere le teste degli zombi che si avvicinano troppo. C'è sempre la possibilità di migliorare e riparare le armi, ma sentiamo che, in questo caso, ci sia meno paura e tensione rispetto al primo gioco.

Durante la presentazione ho avuto l'opportunità di provare molte tecniche di combattimento che, ad esempio, consentono di saltare sopra gli zombie o di entrare in modalità furia. Sembra che chi ha creato il gioco abbia voluto rispondere ad alcuni dei feedback dei giocatori.

Dead Island: Riptide

Questi aspetti vanno a braccetto con la storia. I sopravvissuti del primo gioco sono diventati più forti e la cosa si riflette in questo sequel. Al contempo, questa forza si controbilancia con la necessità di proteggere o aiutare gli altri NPC. La violenza è cresciuta, ma questa volta dobbiamo anche concentrarci su altri aspetti.

C'è anche una modalità cooperativa per quattro giocatori, che devono lavorare in squadra per completare le missioni e affrontare le orde di non morti. La collaborazione e l'organizzazione sono molto importanti, come abbiamo potuto verificare durante la demo. Fortificare una zona circolare per rallentare un'orda di nemici è uno degli esempi di collaborazione che abbiamo potuto vedere. O ancora, un giocatore può guidare una macchina mentre gli altri restano in allerta.

Se si punta il mirino in direzione di un punto di interesse e si preme un pulsante, si può attivare un'icona sullo schermo che funge da segnaposto per gli altri giocatori. Inoltre, è possibile commerciare gli oggetti o utilizzare un banco di lavoro a turni per costruire e personalizzare le proprie armi.

Tuttavia, anche sotto la guida esperta degli sviluppatori, non era facile coordinare le proprie azioni. In breve, tutti giocavamo per conto nostro. Forse ciò è stato dovuto al poco tempo a disposizione, perché tutti volevamo vedere e sperimentare quanto più possibile nel breve tempo concessoci.

Purtroppo, per dare un verdetto ci toccherà aspettare quasi un mese. La modalità cooperativa, il sistema di simulazione climatica e i nuovi personaggi sono certamente benvenuti, ma al momento ci è impossibile sapere se tutti gli aspetti che hanno reso interessante il primo titolo siano ancora presenti.

HQ
Dead Island: Riptide
Dead Island: Riptide
Dead Island: Riptide
Dead Island: Riptide
Dead Island: Riptide
Dead Island: Riptide

Testi correlati

Dead Island: RiptideScore

Dead Island: Riptide

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

Da Banoi siamo andati a Palanai. E su Tripadvisor nessuno ci aveva segnalato che anche lì è pieno zeppo di zombie.

Dead Island: Riptide

Dead Island: Riptide

PREVIEW. Scritto da Martin Eiser

A fine aprile torneremo in un paradiso tropicale invaso dagli zombie. Abbiamo provato Dead Island: Riptide in anteprima.



Caricamento del prossimo contenuto