Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
preview
Deathloop

Deathloop - Un ultimo sguardo prima del lancio

Abbiamo provato le prime ore del nuovo gioco di Arkane Studios.

HQ
HQ

Tra poche settimane, Arkane pubblicherà il suo prossimo, attesissimo gioco, Deathloop. Costruito attorno a un concept certamente difficile da comprendere, il gioco ti chiede di ripetere all'infinito una giornata nei panni del protagonista Colt, attraverso cui accumuli informazioni e conoscenze in modo da poter riuscire a completare ciò che è considerato l'impossibile: assassinare otto bersagli che non sono mai nello stesso posto contemporaneamente, senza venire ucciso dalla tua nemesi, Julianna; insomma, questo gioco è una delle proposte più ambiziose che abbiamo mai visto dallo studio.

Prima del lancio, ho avuto la possibilità di toccare con mano Deathloop, esplorando le prime ore del gioco e immergendomi nel nocciolo della questione per scoprire una trama sconcertante. E finora, senza prefigurare troppo, si preannuncia un'esperienza piuttosto incredibile.

HQ

La trama, che non approfondirò troppo in quanto è piena di spoiler fin dall'inizio, è relativamente lineare, in quanto puoi pianificare dove andare e persino esplorare i luoghi che scegli di visitare al tuo ritmo, ma allo stesso tempo, ti dirigi sempre verso una nuova location con una missione in mente, come ad esempio eliminare un bersaglio. Ciò significa che non puoi risolvere l'enigma già il primo giorno, poiché hai bisogno di codici di accesso, abilità extra, conoscenza generale di ciò che ti circonda, per riuscire a stabilire la rapida catena di omicidi che ti permette di rompere il circuito e che ti intrappola sull'isola di Blackreef.

Progredire nella trama richiederà di concepirla come un mistero da risolvere, scoprendo indizi che rivelano nuove informazioni e aperture. Questo è il design principale di Deathloop. Tornerai negli stessi luoghi, anche se con l'opzione di farlo in momenti diversi della giornata, facendo qualcosa di leggermente diverso, per imparare un po' di più e quindi scoprire come puoi completare questa impresa impossibile. E magari sei preoccupato che questa natura ripetitiva possa sembrare un po' noiosa dopo i primi giorni, ma il design di Blackreef, la narrazione e le abilità a tua disposizione permettono a Deathloop di essere sempre coinvolgente.

Blackreef stesso è suddiviso in una varietà di location, ognuna delle quali ha i propri punti di riferimento e punti di interesse unici. Scoprirai che gli otto bersagli (noti anche come Visionari) frequenteranno luoghi diversi all'interno di questi luoghi in vari punti durante il giorno. Il tuo compito è scoprire quando e anche il modo migliore per raggiungerli.

DeathloopDeathloop

Il world design è quello tipico di Arkane, e qualsiasi fan di Dishonored si sentirà come a casa in questo gioco, anche se lo stile steampunk di Dunwall è stato sostituito da un mood anni '60, il tipo di design che abbiamo visto in We Happy Few di Compulsion Games. L'isola di Blackreef è amorevolmente scolpita e piena zeppa di contenuti, tanto da farti sentire come se ci fosse sempre qualcosa di nuovo dietro ogni angolo, un aspetto che stimola il desiderio di esplorazione.

Le somiglianze con Dishonored non si fermano qui, in quanto Deathloop è pienamente un gioco di Arkane anche nel modo in cui siamo chiamati a gestirlo. Lo schema di controllo può risultare un po' traballante a volte, ma il combattimento è davvero avvincente e ricco di azione, ed è costruito in un modo che puoi davvero avvicinarti al tuo stile. Sia che ti piaccia l'approccio diretto con abilità fantasiose che possono aiutarti ad eliminare i nemici molto più velocemente e aiutarti nel controllare il paesaggio, o invece preferisci non farti notare usando la furtività a tale abilità che lo stesso Corvo potrebbe restare impressionato, le opzioni sono tutte a tua disposizione dal primo minuto. Certo, la natura rigiocabile di Deathloop ti incoraggia a essere un po' più subdolo all'inizio mentre cerchi di costruire il tuo arsenale, ma non è affatto un requisito.

Il che mi porta all'aspetto di Deathloop che sembra destare maggiore preoccupazione: la progressione del giocatore. Nonostante il giorno si ripeta dopo il calar delle tenebre, i giocatori possono utilizzare un sistema noto come infusione per salvare in modo permanente l'equipaggiamento. Questo richiede che tu interagisca con oggetti dall'aspetto prismatico per succhiarne una strana essenza chiamata Residium, che è una valuta utilizzata nell'infusione di attrezzi. Il sistema ti consentirà di salvare solo pochi oggetti dopo ogni giorno, supponendo che tu faccia i compiti di esplorazione e ti prenda il tuo tempo per raccogliere più Residium possibile, ma il design significa che le armi, le abilità e i vantaggi più potenti e importanti possono essere tenuti in salvo per essere utilizzati quando vuoi in futuro.

Puoi usare qualsiasi equipaggiamento che hai infuso come parte del tuo loadout attivo prima di uscire in un nuovo giorno. Allo stesso modo, se ti stai muovendo, per dire, a mezzogiorno, pomeriggio o sera nello stesso giorno, puoi portare con te qualsiasi equipaggiamento che hai ottenuto. Ma, alla fine della giornata, tutti gli oggetti non infusi e qualsiasi Residium di scorta andranno persi, quindi è fondamentale salvare ciò che puoi.

DeathloopDeathloopDeathloop

Non è un segreto che Arkane sappia come creare un grande gioco di azione e avventura, e Deathloop sta cercando di portare avanti questa missione. Su PlayStation 5, il gioco ha un aspetto incredibile, funziona senza intoppi e l'integrazione del DualSense è da manuale. Puoi aspettarti varie note di feedback tattile, dalla sensazione dei passi del movimento di Colt, al rombo quando si spara con un'arma automatica, e per di più, ci sono grilletti adattivi che aggiungono ulteriore immersione al gunplay, e questi sono solo due di molti esempi.

L'unica area importante di Deathloop che devo ancora provare sono le invasioni di Julianna. In diverse ore di gioco, ho incontrato il personaggio una volta e, essendo all'inizio, ho scelto di evitarla anziché rischiare la mia vita nel tentativo di eliminarla. Inutile dire che questa funzione non sembra così invadente, il che ai miei occhi è in realtà positivo, poiché la narrazione è così ricca che vorrai concentrare i tuoi sforzi su quella, piuttosto che rimanere bloccato in un gioco del gatto con il topo.

Guardando il quadro nella sua interezza, Deathloop ha molto da offrire, ma è gestito in modo così delicato e informativo che dopo circa 90 minuti, il gioco perderà il suo stigma confuso e tutto avrà un senso per te, che sei il giocatore. Se ti piacciono i giochi di Arkane, in particolare Dishonored, allora questo farà al caso tuo e, in caso contrario, la trama unica e il modo in cui la racconta meritano sicuramente la tua attenzione.

HQ
HQ

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto