Italiano
Gamereactor
Recensioni Serie TV

Dragon's Dogma (Netflix)

Il crossover con il videogioco debutta su Netflix con una grande storia da raccontare. Peccato che sia raccontata molto male.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Dragon's Dogma è approdato da poco su Netflix ed è una nuova serie anime da brivido. Arriva con una stagione completa composta da sette episodi, ognuno dei quali dura circa 25 minuti. Questa nuova serie si basa, ovviamente, sull'omonimo videogioco di Capcom, che è stato effettivamente pubblicato nel 2012 (ma da allora è stato aggiornato a questa generazione attuale, e va detto, ha sviluppato un vero e proprio seguito di culto sin dalla sua pubblicazione).

Quindi, in che modo riesce a gestire il passaggio ad un formato TV? Ebbene, questa nuova serie Netflix ha certamente delle buone idee, ma purtroppo la storia, sebbene innegabilmente buona sulla carta, è raccontata in modo piuttosto insignificante, e l'esecuzione segue anche uno schema molto rigoroso e prevedibile, e questo crea più fastidio che divertimento.

La storia ruota attorno a una città fantasy di epoca medievale, che viene attaccata da un drago e tutti vengono uccisi. L'unica persona che ha opposto una sorta di inutile resistenza è stato Ethan, e come ringraziamento per il suo duro lavoro, il suo cuore gli viene letteralmente strappato dal suo petto.

Qualche tempo dopo, Ethan si risveglia con un'enorme cicatrice sul petto; è stato resuscitato da una donna misteriosa, che Ethan decide di chiamare Hannah. Insieme, questi due personaggi si avventurano in un mondo fantastico per trovare e uccidere il drago.

E questo è praticamente tutto: non c'è molto di più in termini di storia complessiva.

Dragon's Dogma (Netflix)

Come accennato, ci sono sette episodi e ognuno è dedicato a uno dei peccati mortali. L'idea mi piace, ma in pratica questo approccio porta a una struttura insolitamente rigida. Oltre a qualcuno che commette un peccato mortale, ci sarà un grande mostro che aspetta solo di essere ucciso. A peggiorare le cose, il più delle volte questi episodi non hanno nulla a che fare con la storia o con i due personaggi principali.

Come spettatore, ero interessato alla dinamica tra i due personaggi e volevo che la storia esplorasse di più il loro passato. Ci è stato dato un po' di quello verso la fine, ma non fino a quando non è stato troppo tardi; mi sarebbe piaciuto creare prima una connessione con loro.

E come se non bastasse una trama irregolare, l'arco narrativo complessivo è spiegato in un blando monologo dallo stesso drago. Secondo me, sarebbe stato possibile gestirlo con molta più accuratezza e la conclusione della storia avrebbe dovuto essere offerta con molto più stile.

In termini di esperienza audiovisiva, l'animazione è per lo più buona, ma quei grandi mostri sono stati realizzati utilizzando una grafica CGI meno impressionante, che non mi ha affatto colpito. Questo li fa risaltare, e non in senso positivo, rispetto agli altri personaggi dell'anime. Gli effetti sonori e la musica, invece, sono di buona qualità.

Dragon's Dogma su Netflix ha i suoi momenti, ma la storia principale non viene fornita con il tipo di spavalderia che ci aspettiamo da questo tipo di crossover. Fortunatamente, non ci vuole molto per guardare l'intera stagione, quindi vale comunque la pena guardarlo per farsi un'idea - ma solo una volta, tanto basta e avanza.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
05 Gamereactor Italia
5 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Dragon's Dogma (Netflix)

Dragon's Dogma (Netflix)

CONTENUTO SERIES. Scritto da Markus Hirsilä

Il crossover con il videogioco debutta su Netflix con una grande storia da raccontare. Peccato che sia raccontata molto male.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.