Italiano
Gamereactor
news

Ecco il Samsung Galaxy Note20 Ultra 5G in azione con il controller Razer Kishi

Una bella combo, accompagnato da Xbox Game Pass in beta.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Quando abbiamo recensito l'utilissimo Razer Kishi per iPhone, non abbiamo potuto metterlo alla prova con il vasto catalogo di Xbox Game Pass, che sicuramente ha molto più senso con questo controller mobile di Razer. Finalmente Cloud Gaming arriverà su iOS, come dichiarato da Phil Spencer di Xbox a GameReactor, ma nel frattempo l'unico modo per godersi Game Pass su un dispositivo Apple è tramite la riproduzione remota. Ma c'è sempre Android.

Nel video qui sotto, abbiamo collegato l'enorme e brillante Samsung Galaxy Note20 Ultra 5G a un Razer Kishi - Xbox Launch Edition Game Pass. Anche se sembra un po' troppo stretto, in realtà si adatta e offre una straordinaria qualità dello schermo:

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

La qualità dello schermo è ciò che conta di più se si utilizza uno smartphone di fascia alta come Samsung, poiché la capacità di elaborazione, contrariamente ai giochi eseguiti dal telefono, è gestita dai server Azure di Microsoft in remoto. Ad oggi, ci sono più di 100 titoli che qualsiasi abbonato a Xbox Game Pass può giocare in questo modo su qualsiasi dispositivo Android, anche se il servizio è ancora in fase beta.

Nel video sopra scarabocchiamo qualcosa con la penna, apriamo l'app Xbox Game Pass ed eseguiamo tre giochi, in particolare Bloodstained, Doom Eternal e Forza Horizon 4, che funzionano alla grande su un dispositivo mobile fintanto che possiedi un controller (ci sono altri giochi abilitati al touch nel catalogo, nel caso non lo sapessi). Abbiamo lasciato tutto il processo senza tagli, in modo che tu possa vedere i tempi di caricamento, e così via. Peccato che non puoi collegare gli auricolari cablati al Kishi per goderti la straordinaria musica dei tre giochi (puoi sempre optare per quelle senza fili)!

Un'altra caratteristica interessante trovata sull'ultimo Galaxy Note, così come su molti dispositivi recenti, è che supporta la connettività 5G, che può ridurre al minimo i tempi di caricamento (down) e la latenza. Non abbiamo potuto testare la funzionalità 5G nella nostra zona (e devo ammettere che il nostro Wi-Fi non andava benissimo quel giorno, da qui i segnali di avvertimento), ma siamo rimasti colpiti dalle prestazioni di xCloud anche durante la fase di anteprima, quindi non vediamo l'ora di divertirci con Xbox Cloud Gaming in movimento una volta che il 5G sarà più diffuso.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.