Gamereactor Italia. Guarda i trailer più recenti dedicati ai videogiochi, ma anche le nostre ultime interviste dalle fiere e dalle convention più importanti del mondo. Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
news
A Plague Tale: Requiem

Focus: "Non stiamo accumulando studi, è una federazione di talenti"

Dopo Hardspace: Shipbreaker l'editore conferma che lavorerà di nuovo con Blackbird Interactive: "cosa faremo dopo?"

HQ

La BIG Conference di Bilbao nel fine settimana ha messo molto, ehm, l'attenzione sulla pubblicazione, lo scouting e la costruzione di ponti tra editori e studi. Il CCO di Focus Entertainment Yves Le Yaouanq era lì per parlare di questo e dell'acquisizione, e si è anche fermato davanti alla telecamera di GRTV per condividere i suoi pensieri.

"Quindi sì, c'è un'ovvia acquisizione di IP e studio, ma in realtà si tratta dei team e di ciò che possono offrire", sottolinea Le Yaouanq alla domanda sulla mania di acquisizione vista nel settore negli ultimi tempi. "Quindi, a Focus, ad esempio, non stiamo accumulando studi, siamo più una federazione di talenti, così diversi studi che possono portare qualcosa di unico che ha la propria ricetta e competenza, e che può promuovere e condividere con gli altri. Quindi rafforzare il gruppo, e crescere insieme, che è proprio la filosofia di Focus, crescere insieme".

HQ

"Beh, i premi sono sempre grandiosi", continua più avanti nell'intervista mentre A Plague Tale: Requiem era stato nominato per diversi Titanium Awards. "Per noi, il primo premio è innanzitutto l'accoglienza dei giocatori, che abbiamo ricevuto quando il gioco è uscito. Inoltre, è davvero qualcosa da vedere, perché non sono una compagnia tripla A, Asobo non è uno studio tripla A e tripla A non riguarda la qualità, si tratta di fare scene in un modo più limitato, ma fare grandi scene. Questo ci rende molto felici, essere in grado di competere o almeno essere nominati con società e giochi che sono molto diversi [in termini di] mezzi finanziari".

"Hardspace è davvero qualcosa di unico di per sé", aggiunge parlando del materiale GOTY 2022 di Focus. "È una collaborazione incredibile con uno studio meraviglioso, è quasi come una storia d'amore con Blackbird [Interactive]. Era come OK, tutti sono ora, cosa faremo dopo insieme? Quindi è lo stesso ovviamente con Asobo, e lo stesso con Don't Nod (abbiamo fatto Vampyr). E questa è anche una cosa molto importante, non stiamo cercando una collaborazione one shot. Se vedi la storia di Focus, è sempre stata due, tre, quattro, cinque... per alcuni ancora più collaborazioni tra editori e sviluppatori. Quindi, in primo luogo, significa che gli sviluppatori e gli studi sono felici di lavorare con noi, ma significa anche che stiamo crescendo insieme".

Dopo la grande accoglienza di Hardspace: Shipbreaker, cosa vuoi venire a vedere dallo studio di Vancouver? Lascia un commento qui sotto.

Testi correlati

0
A Plague Tale: RequiemScore

A Plague Tale: Requiem

RECENSIONE. Scritto da Joakim Sjögren

Il prossimo capitolo della storia di Amicia e Hugo è qui, e abbiamo un sacco di pensieri su questa avventura avvincente ed emozionante.



Caricamento del prossimo contenuto