Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni
Guilty Gear: Strive

Guilty Gear: Strive - La recensione del nuovo picchiaduro per tutti di Arc System Works

Con Strive, il genere picchiaduro raggiunge nuove vette, ma sfortunatamente non senza una certa resistenza.

HQ

Ogni tanto arriva un picchiaduro che promette di dare nuova linfa vitale alla community e al genere. Spesso per ragioni diverse, la maggior parte ne esce sconfitta. Mortal Kombat 9 ha semplificato il franchise e ha dimostrato che i contenuti per giocatore singolo nei giochi di combattimento possono essere favolosi, se fatti con il giusto sforzo. Street Fighter 4 ha dato il via ad un genere dormiente all'epoca. Super Smash Bros. Ultimate ha soddisfatto TUTTI i fan, vecchi e nuovi. Dragon Ball FighterZ ha ampliato il fascino dei giochi piacchiaduro come sport da guardare. Con Guilty Gear Strive, Arc System Works ha deciso di creare qualcosa di più inclusivo per un franchise precedentemente noto per la sua incredibile profondità nel gameplay e il difficile punto di ingresso, oltre a rivoluzionare il modo in cui giochiamo ai picchiaduro a casa con un eccellente netcode. L'hype è cresciuto costantemente nell'ultimo anno, e alcuni si aspettavano addirittura che Strive detronizzasse Dragon Ball FighterZ come picchiaduro leader sia per la base giocatori che per quella spettatori. Il gioco è uscito di recente e la domanda che ci poniamo è: è valsa la pena l'attesa? Finora ci muoviamo tra alti e bassi.

Ma facciamo un passo indietro. Cos'è Guilty Gear? Arc System Works? Lo studio è noto per aver realizzato alcuni dei migliori giochi di combattimento in stile anime degli ultimi decenni, con titoli come BlazBlue, Persona 4 Arena e, naturalmente, Dragon Ball FighterZ. Offrono tutti quanti un gameplay intenso incentrato sulle combo con meccaniche apparentemente semplici che nascondono un'incredibile profondità. Prima di FighterZ, fornivano combattenti anime 2D di nicchia e molto raffinati. Con Guilty Gear che è il loro primo e originale franchise picchiaduro, è bello vedere la serie ottenere finalmente i riflettori puntati con Strive, l'ultimo gioco di questa serie di lunga data ispirata all'heavy metal.

Guilty Gear: Strive

Guilty Gear Strive cerca di semplificare l'esperienza di base di Guilty Gear pur mantenendo la velocità delle battaglie e l'intensità per cui i titoli precedenti erano noti. Interpreti uno dei 15 personaggi disponibili al momento del lancio con tutte le loro peculiarità e unicità, anche se alcuni personaggi di ritorno risultano leggermente neutralizzati dalle precedenti incarnazioni pur mantenendo la loro identità. Il gameplay è del tradizionale genere picchiaduro in 2D con tutte le caratteristiche dei giochi di genere in stile anime, come l'air-dashing, i doppi salti e le complesse combo. L'ultimo aspetto è stato attenuato in questa realease, il tutto mantenendo la sensazione di base che rende Guilty Gear un franchise davvero esilarante. I personaggi hanno set di mosse facili da imparare e difficili da padroneggiare che rendono l'esplorazione del roster incredibilmente gratificante. Alcuni di loro sono così unici che potresti immaginarli in un gioco completamente diverso. I combattimenti sono rotondi e basati sul tempo, e il danno di ogni personaggio è sintonizzato per dare colpi soddisfacenti e combattimenti brevi ma emozionanti. Alcuni personaggi, come Potemkin, hanno mosse devastanti che infliggono danni a oltre la metà della barra della salute dell'avversario. Si potrebbe pensare che questo porti a partite brevi e poco soddisfacenti. In realtà, è vero il contrario: il sistema di combattimento porta ad alcune tra i combattimenti più uniformi che potresti trovare nel genere. Ogni combattimento sembra uniforme, i combattimenti che sembrano vittorie dominanti si capovolgeranno in un batter d'occhio. Tutto questo si unisce per creare uno dei sistemi di battaglia più avvincenti del moderno spazio dei giochi di combattimento.

Annuncio pubblicitario:

Insegnare ai nuovi arrivati

Le battaglie sono il fulcro di Strive, ma come si impara a giocare? All'inizio del gioco ti viene fornito un semplice tutorial che non insegna le meccaniche più complesse del gioco, ma potrebbe infondere un senso di scoperta nei nuovi arrivati. Il tutorial completo e reale che approfondisce le specifiche del personaggio e le regole che si applicano a tutti si trova all'interno della modalità missione. Chiedo ai nuovi arrivati di studiare questa modalità per avere una piena comprensione del gioco. Meccaniche di ritorno, come Faultless Defense e la nuova e migliorata versione di Roman Cancelling, la mossa universale che ti permette di usare un meter per annullare qualsiasi attacco in qualsiasi momento, sono spiegate in modo molto dettagliato all'interno di questa modalità, permettendo al giocatore di riprovare e vedere esempi di come fare tutto. La sperimentazione è altamente incoraggiata, lanciare alcune mosse estemporanee non si tradurrà in un fallimento automatico. Questo modo di insegnare ispira la creatività e potrebbe anche invogliare le persone che normalmente non praticano mai le combo ad esplorare la modalità di allenamento complessa e dettagliata che il gioco offre.

Ci sono due modalità principali nella modalità a giocatore singolo: la tradizionale modalità di battaglia arcade con battaglie AI sempre più difficili e la modalità storia, che è essenzialmente un film d'animazione di cinque ore senza gameplay tra un filmato e l'altro. La grafica è incredibile e alcuni dei momenti dei personaggi sono fantastici, ma immagino che i nuovi arrivati nel franchise possano trovarsi confusi da tutto ciò che accade e dalla mancanza di gameplay. A volte sembra un incomprensibile livello di Kingdom Hearts. Non è necessariamente una cosa negativa! Solo intimidatorio. Per fortuna c'è un compendio esilarante e dettagliato che spiega ogni dettaglio della lore di Guilty Gear, garantendo ancora più confusione per coloro che sono inclini a leggerlo. È una corsa selvaggia.

Guilty Gear: Strive
Annuncio pubblicitario:

Problemi di rete

Per compensare la mancanza di contenuti per giocatore singolo, la maggior parte dei contenuti a lungo termine del gioco si trova all'interno della modalità network. All'interno di questa modalità, puoi combattere giocatori di tutto il mondo con il miglior netcode basato su rollback che non ho ancora trovato in un gioco. Anche se ci sono alcuni valori anomali con connessioni incredibilmente cattive, il 99% delle partite ti fa sentire come se fossi seduto uno accanto all'altro sul divano. Sono finiti i giorni in cui sentirsi online nei giochi di combattimento è una scommessa da una partita all'altra. Con il rollback, ogni errore è colpa tua. Ogni partita non si riduce a sperare che l'avversario abbia una buona connessione e consente ai giocatori di concentrarsi completamente su ciò che sta realmente accadendo in ogni partita. È eccellente.

Purtroppo, in quella che è diventata la tipica moda di ArcSys, il sistema della lobby era, al momento del lancio, completamente rotto. Crei un avatar ed entri in queste lobby in stile pixel-grafico che sono diversi livelli della torre classificata, il grado più basso è 1 e il più alto è 10, con livelli ancora più alti per il migliore dei migliori giocatori. L'idea è fantastica, salire letteralmente su una torre di battaglia per competere con avversari sempre più forti, ma l'implementazione è carente. Per affrontare un avversario devi prepararti accanto a un cabinato arcade e aspettare che qualcuno faccia lo stesso dall'altra parte. Abbastanza semplice. Purtroppo, inspiegabilmente, questo non funziona nella maggior parte dei casi, lasciando spesso il giocatore confuso su cosa sia andato storto con messaggi poco chiari e una terribile reattività. Se due giocatori cercano di abbinare qualcuno contemporaneamente, potrebbe essere espulso dalla lobby.

Guilty Gear: Strive
Annuncio pubblicitario:

Per il primo fine settimana di gioco, l'abbinamento con un amico nella modalità abbinamento giocatore è stato in qualche modo funzionale su PS5 e PS4, ma completamente inutilizzabile su PC. Mentre giocavo alla versione PS5, principalmente per questa recensione, ho testato la versione PC al suo lancio, rimanendo scioccato nel trovare il sistema della lobby in uno stato ancora peggiore. Per le prime due ore, non sono riuscito nemmeno a connettermi ad altri giocatori. Anche altre scelte online sono sconcertanti, come il rematching con altri giocatori in classifica bloccati a un massimo di tre partite, anche se il best-of-3 è lo standard nei titoli precedenti. Tutti questi problemi tecnici e concettuali sono incredibilmente tristi, poiché il gameplay di base e il gioco in rete sono davvero eccellenti.

Troppo semplicistico?

C'è anche una questione da sollevare nei confronti della semplificazione delle mosse dei diversi personaggi. ArcSys ha dichiarato che questo è stato fatto per non intimidire i nuovi arrivati, consentendo a tutti di iniziare a giocare. Questo va bene! Ottimo anche! Il problema è che, man mano che questo gioco invecchia, i personaggi verranno ottimizzati da giocatori esperti. Il timore è che questo porti a un gameplay semplice derivato in cui i personaggi non hanno la capacità di espressione del giocatore e finiscono per eseguire gli stessi percorsi combo ottimizzati in ogni partita. Resta da capire se questo è un problema che troveremo a lungo in Strive, o se le meccaniche universali sono complesse e abbastanza profonde da prevenire un vero e proprio fenomeno di stagnazione. Finora, l'esplorazione del personaggio e la scoperta del giocatore mostrano nuove opzioni ogni giorno. I giocatori escogitano sempre nuove strategie. Speriamo che questo non si fermi presto.

Guilty Gear: Strive

Per concludere, Guilty Gear Strive è un'eccellente esperienza picchiaduro che definisce il genere, esclusa da alcune strane decisioni di sviluppo e problemi tecnici. Tutti problemi che ci aspettiamo vengano risolti dagli sviluppatori nelle prossime settimane o mesi. Così com'è, Strive è un gioco imperdibile per i fan del genere e un'introduzione migliore per i nuovi arrivati persino di Dragon Ball FighterZ. È stato raggiunto un nuovo livello per il gioco online, il rollback è il futuro e tutti i titoli senza avranno grossi ostacoli da superare. Semplicemente non riesco a tornare a giocare online senza. I maghi di ArcSys hanno portato la grafica pseudo 2D, ma in realtà è 3D, a nuovi livelli, rendendo Strive un vero spettacolo visivo su qualsiasi piattaforma. Spero che la bella grafica e il combattimento chiaro porteranno a tornei emozionanti e altamente competitivi durante tutto l'anno. Se vuoi saltare le frustranti lobby, ti consiglio di aspettare un paio di settimane prima dell'acquisto. Se questo non ti infastidisce, Strive presenterà una delle esperienze di gioco di combattimento più impegnative, eccitanti, gratificanti e inclusive in circolazione. Il punteggio riflette lo stato attuale del gioco, poiché gli aggiornamenti senza dubbio alla fine renderanno irrilevanti i miei punti negativi. Speriamo che questo gioco rimanga importante e sia supportato per molto tempo a venire. A partire dalla prima stagione, avremo cinque combattenti DLC e non vedo l'ora.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Rollback, eccellente sistema di combattimento, nuovo livello grafico per il genere.
-
Sistema di lobby orribile, tutorial iniziale troppo semplice, modalità storia confusa
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto