Italiano
Gamereactor
articoli
Dirt 3

Hands-on: Dirt 3

Jesper Karlsson ha fatto una capatina negli studi di Codemasters, tornando con un grandissimo sorriso sul volto e con le prime impressioni su Dirt 3.

HQ

Dirt 2 è stato un gioco fantastico, ma non può sfuggire dal fatto che non fosse particolarmente vario. Si tratta di un aspetto che Codemasters, per sua stessa ammissione, si è detta pronta a migliorare con Dirt 3. Circa il 60 per cento del gioco sarà così costituito da eventi rally e gare ad inseguimento, con le fasi rally a costituire la maggior parte del gioco.

Il nostro viaggio in giro per il mondo ci porterà in luoghi come la Norvegia, il Kenya, Monaco, la Finlandia, e Aspen, in Colorado. Eventi conosciuti come la modalità Rally, ma anche il Trailblazer, il Landrush e la modalità Hill Climb saranno presenti e si aggiungeranno a un evento nuovo di zecca, la Gimkana. Un fenomeno che ha attirato l'attenzione di tutto il mondo, anche grazie ai video di Ken Block su internet, nei quali si esibisce in vari folli acrobazie con le auto truccate. Codemasters ha costruito uno stabilimento per i test virtuale (denominato DC Compound) accanto alla Battersea Station di Londra, e al giocatore viene dato ampio spazio per provare i propri tricks. Procedendo nella modalità carriera, nuove aree si sbloccano.

Dirt 3

Gimkana è una modalità completamente nuova, non solo per la serie, ma per l'intero genere dei racing game. La modalità si concentra sulla precisione di guida in spazi angusti, in cui sarà necessario avere i nervi saldi e muovere con cura entrambi i piedi, agire sul freno a mano e ruotare il volante per evitaredi incasinarsi. Con più del doppio della potenza del motore di una vettura da rally standard, ci sono parecchie cose da tenere sotto controllo, e in un primo momento è davvero difficile mantenere il grip. La coppia è spaventosa, i freni inchiodano in un istante sull'asfalto, e vi è una distribuzione del peso fuori di testa, elementi in grado di creare una modalità di gioco molto divertente.

Annuncio pubblicitario:

Gironzolando nel Compound DC si possono anche registrare le proprie e metterle su Youtube con un paio di click. Se ritenente il controllo di queste bestie potentissime un po' troppo difficile, Codemasters ha aggiunto un nuovo sistema di controllo denominato tricksteer, ma sarà onere del giocatore decidere se utilizzare questo sistema o quello standard.

Dirt 3

La fisica delle auto è stata rivisto rispetto a Dirt 2, e questa volta avremo a che fare con qualcosa di ben curato, notabile in particolare dopo una prova speciale attraverso i boschi invernali della Finlandia. Questa volta si avrà un grip leggermente meno artificiale e si dovranno controllare le curve lavorando di precisione con lo sterzo. Ciò che sembra quasi impossibile in un primo momento, cambia rapidamente la sua natura per diventare pienamente logico dopo pochi giri. La superficie delle strade è stata ridisegnata, e si arriveranno a provare con mano dossi, buche. Quando si guida sulla neve, in particolare, si lasciano tracce che avranno un effetto sulla guida durante il secondo giro. Niente male.

Codemasters sta tentando di portare i giochi di guida a un livello successivo, una caratteristica ulteriormente evidenziata in Dirt 3 dal pilota di rally Kris Meeke, che ci ha parlato delle modifiche apportate alla fisica e alle impostazioni. Kris, che siederà in una Mini al WRC del prossimo anno, ci ha detto che ora egli potrà utilizzare le stesse impostazioni della sua auto (vera) in Dirt 3. Se nell'auto reale Kris imposta le sospensioni, la pressione degli pneumatici e una miriade di altre cose, in Dirt 3 è in grado di fare più o meno le stesse cose.

Annuncio pubblicitario:
Dirt 3

È difficile non farsi trasportare dall'attesa che Codemasters ci ha fomentato presentandoci Dirt 3. Il gioco ci farà giocherellare di meno in jeep gigantesche, concedendoci più rally tradizionali. In cima alla lista delle migliorie, spicca senza dubbio la conferma che nella modalità carriera non dovremo mai completare lo stesso circuito due volte. Aggiungete a questo il fatto che si può selezionare in quale momento della giornata mettersi alla guida, gli effetti atmosferici migliorati, la fisica di guida più realistica, una sfida maggiore e più opzioni e impostazioni da modificare, ed è assolutamente impossibile non dire "non vedo l'ora".

Inoltre, Codemasters promette una migliore esperienza on-line dove noi e i nostri amici potremo personalizzare le gare, competere in un'esclusiva modalità di gioco in rete o avere un amico seduto accanto e goderci un po' di azione split screen. Se Codemasters riuscirà a mantenere tutte le promesse, probabilmente avremo fra le mani il gioco di rally migliore di tutti i tempi. Staremo a vedere.

Dirt 3
Dirt 3
Dirt 3
Dirt 3
HQ

Testi correlati

0
Dirt 3Score

Dirt 3

RECENSIONE. Scritto da Thomas Blichfeldt

Ci siamo messi alla guida di bolidi rombanti in mezzo alla ghiaia, al fango, alla neve, di notte. Il nuovo Dirt 3 ci mette fra le mani l'ennesimo ottimo titolo di rally.

0
Dirt 3

Dirt 3

PREVIEW. Scritto da Gillen McAllister

Dirt 3 non è poi così lontano, ma per il momento gli sviluppatori hanno preferito mostrarci solo un piccolo assaggio del gioco. Ed è stato un assaggio molto piacevole.



Caricamento del prossimo contenuto