Italiano
Gamereactor
testi hardware

Heusinkveld Magshift

Il miglior produttore al mondo di pedali per sim-racing ha lanciato il suo tanto atteso cambio magnetico. Ma è buono?

"Ehi... Non toccare!", ha urlato il pilota della Ford M-Sport ed ex campione del mondo WRC Ott Tänak mentre afferravo delicatamente la leva del cambio della sua PUMA WRC e sobbalzavo un paio di volte. Non mi è stato permesso di toccare il freno a mano, il volante o la leva del cambio e sono stato prontamente informato di questo. Fondamentalmente, ovviamente, non c'è modo di negare il fatto che un uomo anziano e ossessionato dai videogiochi non dovrebbe sedersi in un'auto da corsa ferma appositamente costruita del valore di centinaia di sterline e tirare la leva del cambio, ma non riuscivo nemmeno a trattenermi. Perché? Volevo solo sentire il "clic" del cambio sequenziale. Quanto è stato lungo il viaggio prima che la marcia fosse inserita, quanto era lenta, quanto forte era il clic stesso quando veniva inserita la marcia successiva e come si sentiva la leva stessa nella mano. Volevo solo provarlo.

Heusinkveld Magshift
Il design e il modo in cui è stato progettato il bastone stesso è davvero orribile.

Perché qui a Gamereactor, l'attenzione all'interno della nostra sala dedicata alle corse simulate è stata ripetutamente rivolta alla ricerca del cambio sequenziale perfetto che dia la giusta sensazione di cambiare marcia in una vera auto da rally. Il cambio Clubsport di Fanatec è stato rifiutato e sostituito dal primo modello sequenziale di Heusinkveld, che a sua volta è stato sostituito dal cambio di Aiolog, che è stato anche sostituito da VMN, prima che fosse sostituito da Meca Shifter, e poi dall'MME Simsport Shifter, poi dal Simagic Q1, nel cambio sequenziale di Oktane Design. E lì siamo rimasti, per un certo numero di mesi. Fino a quando non ho speso € 449,00 per l'apprezzato Magshift di Heusinkveld.

Dutch Heusinkveld costruisce quelli che considero i migliori pedali nel mondo del sim-racing. Ultimate Plus è il pedale premium più conveniente e completo sul mercato a mio parere perché mentre i concorrenti più o meno noti inseriscono sistemi idraulici, liquido dei freni o pressione dell'aria pneumatica, Heusinkveld si concentra su soluzioni classiche e collaudate a problemi relativamente semplici, nonché su una qualità adeguata e un design ingegnoso. Il Ultimate Plus offre un sacco di opzioni di regolazione, una sensazione incredibilmente realistica, soprattutto nel freno, e una qualità del materiale che può essere descritta solo come davvero fantastica. Per quanto siano buoni sul lato del pedale, sono solo mediocri quando si tratta di levette del cambio. Il loro primo tentativo, il minuscolo "Sim Shifter" mi è sembrato così complicato quando l'ho testato che ho strappato le viti di montaggio e l'ho lasciato dopo un solo pomeriggio, e da allora non l'ho più toccato. Magshift è chiaramente più sostanzioso e basato su una diversa filosofia di design, ma non è ancora molto buono.

Heusinkveld Magshift
È possibile regolare la resistenza del magnete, ma anche con l'impostazione più dura è troppo debole.
Annuncio pubblicitario:

Tanto per cominciare, è terribilmente brutto. Per quanto sbalorditivo sia il Heusinkveld Ultimate Plus o l'Heusinkveld Handbrake, il Magshift è un fallimento del progetto. La gonna stranamente squadrata e i pulsanti incassati sulla parte anteriore del piede lo fanno sembrare qualcosa di stampato in 3D e messo insieme da un dilettante di homebrewing. Il fatto che la molla che collega la leva al magnete sia esposta crea anche l'impressione che questa leva del cambio sia stata costruita a casa in garage e quindi non dovrebbe costare 450 euro. Il prezzo qui è stranamente alto. Troppo alto. È possibile acquistare il Seq Shifter di Oktane Design per quasi la metà del prezzo del Magshift e anche la sontuosa e fenomenale scatola Q1 di Simagic costa molto meno. Essenzialmente, lo vedo come "troppo caro", semplicemente.

Heusinkveld Magshift
La molla a vista fa sembrare questo cambio fatto in casa e la molla stessa si piega leggermente durante il cambio.

Per quanto riguarda la sensazione effettiva del Magshift, dopo un paio di giorni passati a strattonare la leva olandese, non sono particolarmente impressionato. Un cambio di questo tipo, che è sequenziale, di solito ha un solo compito ed è quello di trasmettere la sensazione di spingere/tirare in una marcia più alta o più bassa in un'auto da corsa e qui Magshift non riesce a convincere. E' possibile regolare la resistenza tramite viti a brugola ai lati del cambio, ma anche con l'impostazione più alta, il "click" e la resistenza offerta è troppo debole, troppo bassa e la sensazione che il magnetismo intende evocare, sembra artificiale e irrealistica. Se lo confronto con il Seq Shifter di Oktane Design o con il Simagic Q1 in particolare, Magshift è inferiore sotto ogni aspetto, non importa come l'ho impostato. In questo modo, ricorda ancora abbastanza Sim Shifter nonostante il design sia molto diverso, ma la sensazione necessaria non c'è mai e non sono mai convinto di cambiare in una vera auto quando uso Magshift, qualcosa che la controparte di Q1 e Oktane Design riesce sempre a trasmettere.

Heusinkveld MagshiftHeusinkveld Magshift
Heusinkveld può produrre i migliori pedali del mondo, ma quando si tratta di cambi sequenziali, hanno una lunga strada da percorrere per competere con i migliori nel mondo del sim-racing.
Annuncio pubblicitario:

Non è affatto inutile. L'idea del magnetismo non è certo male e, con una soluzione leggermente diversa, penso che il feeling potrebbe esserci, dando l'illusione di cambiare marcia in una vera vettura WRC. Come di consueto, i gadget di Heusinkveld sono molto facili da assemblare grazie a soluzioni di design intelligenti e a un'attenzione particolare alle dimensioni standard per i rig con profili in alluminio, e attraverso il loro software proprietario "Smart Control" è facile modificare le impostazioni.

Magshift, a differenza dei pedali Heusinkveld Handbrake e Ultimate Plus, non è qualcosa che userò più ora che questa recensione è stata completata e pubblicata. Ho diverse alternative chiaramente migliori qui in ufficio che costano anche molto meno (per coloro che intendono aggiornare la leva del cambio) e continuerò a usare soprattutto Oktane Design Seq Shifter, che considero essere il migliore della classe in questo momento (a un prezzo ragionevole, perché altrimenti abbiamo il disgustosamente costoso Pro-Sim Shifter per più di £ 1.300).

05 Gamereactor Italia
5 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Heusinkveld Magshift (MK2)

Heusinkveld Magshift (MK2)

CONTENUTO HARDWARE. Scritto da Petter Hegevall

Heusinkveld ha affrontato e migliorato le aree che hanno abbassato la valutazione del loro nuovo cambio e si vede.

Heusinkveld Magshift

Heusinkveld Magshift

CONTENUTO HARDWARE. Scritto da Petter Hegevall

Il miglior produttore al mondo di pedali per sim-racing ha lanciato il suo tanto atteso cambio magnetico. Ma è buono?



Caricamento del prossimo contenuto