Italiano
Gamereactor
preview
Homeworld 3

Homeworld 3 Anteprima: Diventiamo un maestro di War Games

Lo spazio è freddo, ma le guerre sono intense e su scala galattica.

HQ
HQ

Homeworld 3 è proprio dietro l'angolo, e stando così le cose, una demo di "War Games" è stata recentemente resa disponibile come parte dell'ultimo Steam Next Fest. È una modalità che combina RTS a squadre e si ispira ai giochi roguelike. Anche se è solo una piccola parte del gioco, include un tutorial completo, che ci fa aspettare con impazienza cosa significhi "modalità campagna estesa".

La demo è limitata a sole quattro mappe e si dipende dagli altri giocatori, che nella mia esperienza non sono sempre ugualmente abili. Puoi anche scegliere di giocare con gli amici e tutto ciò che ottieni nella versione demo viene trasferito al gioco completo. Questa è una grande motivazione per me.

Il gioco è pubblicato da Gearbox e sviluppato da Blackbird Interactive. L'ultimo gioco che ricordo di loro è Hardspace: Shipbreaker, ma Homeworld è probabilmente la loro serie principale. Tutto è iniziato con un gioco sviluppato da Relic Entertainment nel 1999 e pubblicato da Sierra Studios, che nella mia infanzia garantiva un intrattenimento di qualità. L'ultimo gioco di Blackbird era un prequel del gioco originale, giusto per aumentare la confusione. Homeworld 3, invece, rende tutto più cronologico e si svolge dopo tutte le altre partite. Niente più roba traballante, traballante. Con mia grande sorpresa, il direttore del design, il creatore della colonna sonora e lo scrittore principale (Marin Cirulis) sono gli stessi del gioco originale, ed è piuttosto pazzesco pensare al livello di continuità che questo, almeno in teoria, fornisce.

Annuncio pubblicitario:
Homeworld 3

Alcuni potrebbero lamentarsi del fatto che il gioco, nonostante sia carino, non utilizza tutto il potenziale grafico moderno dell'utilizzo di Unreal Engine 4 invece della nuova versione UE5 - ma ha meno di un anno e giochi per computer di questa portata richiedono tempo per essere realizzati. Il gioco è stato ritardato diverse volte, quindi speriamo che questa volta possiamo attenerci al 13 maggio. Detto questo, e questo con l'avvertenza che il gioco completo è significativamente diverso, il gioco non è così impegnativo come altrimenti indicato. Ho girato costantemente a oltre 100 fps con una RTX 4080 in 4K, e questo nonostante il fatto che ci siano diversi elementi in movimento sullo schermo contemporaneamente, tutto può ingrandire e rimpicciolire e la telecamera può persino volare attraverso gli oggetti (asteroidi, ad esempio) e ingrandire i corridoi costruiti. È enormemente travolgente in senso visivo le prime volte.

Il gioco in sé, nella modalità molto limitata, è davvero molto semplice. In un'ambientazione fantascientifica avanzata che è al suo apice ma ha iniziato a declinare, devi raccogliere risorse, costruire una flotta pronta per la battaglia, ricercare unità nuove e migliori e sopravvivere contro gli attacchi nemici. La chiave qui è la scala. Hai 60 aerei a tua disposizione, non unità con un numero X di unità in ciascuna come sei spesso abituato, ma 60 unità individuali, e questo è solo l'inizio. Essere nello spazio e muoversi tra enormi cinture di asteroidi, giganteschi cimiteri di veicoli spaziali ed essere in grado di usare il terreno circostante per nascondersi in vero stile Star Wars è piuttosto impressionante, così come lo sono gli effetti di luce, ombra e polvere che si verificano.

Homeworld 3
Annuncio pubblicitario:

Per rendere le cose un po' più facili, c'è solo una risorsa da tenere d'occhio e raccoglierla è, se non completamente automatizzata, almeno vicina ad essa. Se hai giocato molto a C&C, riconoscerai la logica e l'approccio, e questa è probabilmente una buona idea, perché la parte militare richiede tutta la tua attenzione. Certo, muoversi in tre dimensioni è molto diverso da quello a cui sei abituato e richiede un po' di pratica. Inoltre, dopo essere rimasto impressionato dalla scala, dai dettagli e dai riflessi basati sulla luce, rendendoti conto che c'è un'enorme differenza nella fisica dei tipi di armi, ti rendi anche conto che l'uso del terreno è essenziale per sopravvivere e cogliere di sorpresa il nemico. C'è un bel po' di microgestione coinvolta, e qui arriva la mia unica critica in cima a un tutorial altrimenti buono, e cioè che "annulla mossa" e i controlli liberi della telecamera sono entrambi legati al pulsante destro del mouse per impostazione predefinita, e questo causa solo un sacco di problemi in situazioni critiche - di cui ti rendi conto solo dopo poche partite.

Ma lo giocherei ora, quando la campagna è davvero sconosciuta? Sì, in realtà lo farei. Spero davvero che Blackbird sostenga che i prossimi DLC sono orientati verso la modalità cooperativa, in modo da potersi divertire in modalità single player senza mai acquistare contenuti extra, mentre la modalità cooperativa ha l'ulteriore vantaggio di farti sentire come se fossi uno dei tanti comandanti di flotta che cercano di preservare la civiltà.

HQ

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto