Italiano
Gamereactor
preview
Like a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name

Impressioni pratiche con Like a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name

Kiryu torna ancora una volta con un nuovo sistema di combattimento, più mini-giochi, una grafica migliore e un cabaret pieno di ragazze vere in questo ponte tra le storie di Yakuza e Like a Dragon.

HQ

Ammetto di aver passato molto tempo all'interno dello stand Sega alla Gamescom, ma c'erano così tante uscite importanti per i mesi successivi che non potevo lasciarmi sfuggire l'opportunità di essere uno dei primi a provarle. E anche se avevo già visitato Sonic Team e Atlus, dovevo ancora entrare in una stanza per incontrare un amico che non vedevo da anni: Kazuma Kiryu.

Senza mezzi termini, il leggendario protagonista della serie Yakuza ritorna con una grafica migliore, un sistema migliorato (con quello stile Agent di cui parlerò) e con sguardi più seri, cipiglio e facce "non darmi sui nervi, sto avendo una brutta giornata" rispetto ai suoi sette capitoli canonici fino ad oggi. Tuttavia, nella demo che ho visto a Colonia, mi ha anche colpito come un uomo stanco, esausto da una vita di lotta e i cui momenti di calma o felicità durano a malapena un respiro. Come già sappiamo dalla fine di Yakuza 6, Kiryu ha inscenato l'insabbiamento della sua finta morte e si è ritirato dalla Yakuza in cambio di diventare un agente dormiente del governo. Ma il destino della Dragon of Dojima sembra essere una lotta senza fine fino alla fine dei giorni, e questa volta quella che doveva essere una missione di scorta di routine si trasforma in un'estorsione dell'ex-yakuza per proteggere gli orfani dell'orfanotrofio che ha contribuito a fondare.

Anche se ovviamente non abbiamo visto alcuna storia nella demo, non ho dubbi che la narrazione sarà all'altezza della serie, qualcosa che il produttore di questo capitolo stesso, Hiroyuki Sakamoto, mi ha trasmesso nell'intervista che ho avuto con lui, che potete vedere qui sotto.

HQ
Annuncio pubblicitario:

Ancora una volta, in questa demo ho potuto vedere solo Kiryu arrivare con una giovane ragazza di nome Akame in questo paradiso illuminato al neon simile a Kamoricho con un enorme castello sullo sfondo noto come "The Castle". In realtà, tutti quegli edifici (con casinò, negozi, boutique, sale giochi e così via) si trovano all'interno di una gigantesca nave da carico in cui si svolge questa sezione, perfetta per mostrarci l'ampia varietà di attività collaterali e mini-giochi che sono stati introdotti qui. Ma prima ancora che potessi avvicinarmi alla porta del primo casinò pronto a spendere qualche migliaio di yen, un gruppo di soldati di fanteria yakuza (chiaramente principianti, perché non sanno con chi stanno scherzando) escono in cerca di una rissa. E sono felice di avere finalmente un assaggio dello stile di combattimento Agent.

Il combattimento si basa su mosse fantasiose e sull'uso di oggetti ambientali e una sorta di gancio con cui legare i nemici e lanciarli l'uno contro l'altro o contro il terreno. Anche qui ci sono le solite combo, ma in questo caso Kiryu sembra combattere "più pulito", come se stesse trattenendo parte della sua rabbia e sferrando invece colpi più precisi. I controlli sono meravigliosi e il personaggio si sposta da un avversario all'altro attraverso lo schermo con una risposta immediata. Ricorda che Like a Dragon Gaiden è un gioco d'azione, e non un gioco di ruolo a turni, come Like a Dragon con Ichiban Kasuga.

Like a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His NameLike a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name

Lo stile Agent sembra essere particolarmente efficace contro i grandi gruppi a causa dell'uso di qualsiasi oggetto nell'ambiente, che si tratti di cartelloni pubblicitari, lampioni o del suddetto gancio, che è molto facile abusare per la sua efficienza e velocità. In pochi istanti abbiamo liberato la scena, ma abbiamo un altro appuntamento se vogliamo continuare a combattere nel Coliseum, dove possiamo personalizzare il nostro gruppo di personaggi con alcuni dei volti più noti della serie Yakuza e giocarli l'uno contro l'altro, aggiungendo regole speciali o ricreando alcuni momenti della saga. Ma poiché il tempo stringe, ci siamo precipitati a The Castle per indagare su ciò che ha da offrire, e sembra che se hai i soldi con te, questa posizione potrebbe essere divertente per ore quando il gioco uscirà a novembre.

Annuncio pubblicitario:

Il sistema di mini-gioco ci ha portato in una stanza dove potevamo sederci ai tavoli e scommettere i nostri soldi su giochi di carte con mazzi di Hanafuda. Non ho molta familiarità con Oicho-Kabu, ma mi è piaciuto sicuramente il Koi-Koi. L'interfaccia per questi mini-giochi è molto intuitiva e anche se non hai mai provato questi giochi prima, puoi imparare subito con i tutorial completi. Ma non preoccuparti, se non hai voglia di imparare i tradizionali giochi di carte giapponesi, troverai anche divertimento occidentale nel poker o nelle freccette, e questo è solo un assaggio. I gettoni premio potrebbero essere scambiati con oggetti e accessori che aumentano le statistiche di Kiryu, quindi probabilmente vale la pena fermarsi qui per qualche ora per divertirsi.

Like a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His NameLike a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name

E siccome il tempo stringeva, non volevo perdere l'occasione di vedere una delle nuove funzionalità più curiose di Like a Dragon Gaiden: il Cabaret. Questo è un edificio in cui si accede a un mini-gioco (una mini visual novel?) in cui vediamo immagini reali di ragazze "escort" tipiche dei costosi bar di intrattenimento giapponesi, che sono disponibili, e che fanno conversazione e portano bevande. Attraverso le opzioni di dialogo puoi chiedere loro di raccontarti il loro passato, di parlare con un certo "tono" o di raccontarti le cose. Non che vada molto in profondità, ma ho trovato che questo sia un ulteriore passo avanti nel ricreare le attività che i membri delle "vere" famiglie a casa senza dubbio apprezzano.

Purtroppo la demo si è conclusa appena uscita dalla stanza, ma grazie a questo scorcio posso già dire che Like a Dragon Gaiden sarà uno dei miei giochi più attesi da qui alla fine dell'anno: una storia promettente, il combattimento più soddisfacente dell'intera serie e decine di minigiochi (non vedo l'ora di vedere la nuova playlist karaoke) da divertirmi all'infinito. 9 novembre, per favore vieni ora.

Like a Dragon Gaiden: The Man Who Erased His Name

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto