Italiano
Gamereactor
testi hardware

JBL Authentics 300

L'aspetto può essere vintage, ma il suono e il prezzo per fortuna non lo sono.

Retrò, vintage, chiamiamolo per quello che è: riciclo. Ed è di gran moda, tanto da aver permeato l'estetica anche dei circoli di progettazione di diffusori più conservatori.

Qualche anno fa, JBL ha deciso di aggiornare, modernizzare e "rilanciare" i suoi diffusori L100 degli anni '70, ed è stato un tale successo che molti classici del design del periodo hanno ricevuto lo stesso trattamento, e ci sono persino elettroniche abbinate. Di conseguenza, l'ondata di riciclaggio ha colpito anche la divisione di altoparlanti wireless di JBL, ed è probabilmente solo leggermente influenzata dal fatto che Marshall ha avuto un enorme successo con la realizzazione di altoparlanti che hanno lo stesso design degli amplificatori per chitarra dello stesso periodo di tempo. Con un prezzo di £ 330, è anche un'opzione davvero competitiva.

JBL Authentics 300

La serie si chiama "Authentics" ed è disponibile in tre varianti, di cui stiamo testando quella centrale, Authentics 300. Non so se direi che è autentico per il design degli anni '70, perché la scelta dei colori e degli accenti potrebbe riportarmi indietro di un decennio anche prima. Sembra certamente un'interpretazione moderna di qualcosa che i miei nonni potrebbero aver avuto. La grande differenza è che questo non contiene plastica realizzata con sostanze chimiche estremamente pericolose, ma è composto al 100% da tessuti riciclati, dall'85% da plastica riciclata, dal 50% di alluminio riciclato e da una scatola di cartone ecologica con inchiostro a base di soia.

Siamo ai giorni nostri, quindi, invece di schiuma e tessuto che sbiadisce facilmente alla luce del sole e si rompe rapidamente, la parte anteriore con i quadrati estremamente distintivi, chiamata Quadrex, è realizzata con un tipo di schiuma dura ed è molto più resistente. Non è art déco, ma sicuramente mantenuto in uno stile molto specifico ed è ancora sottile. Gli accenti dorati sono realizzati in modo abbastanza sensato, così come la lavorazione del metallo intorno al tessuto anteriore. La mia unica lamentela sono i tre pulsanti sulla parte superiore, avrebbero potuto essere resi un po' più solidi e con un po' meno sfocatura, in particolare i pulsanti per la regolazione manuale degli alti e dei bassi - un cenno ben intenzionato agli anni '70, ma non ricordo di averli usati più di un paio di volte poiché tutte le impostazioni vengono comunque effettuate tramite telefono cellulare. D'altra parte, vorrei davvero poter spegnere il LED al centro del tessuto anteriore, perché si illumina di un rosso particolarmente acceso ed è francamente piuttosto fastidioso da guardare.

Annuncio pubblicitario:

Sebbene si tratti di un design retrò, le connessioni USB-C ed Ethernet sul retro rivelano immediatamente che siamo nel presente, ma anche i punti in più per mantenere il design sul retro.
L'Authentics 300 è anche l'unico dei tre altoparlanti ad essere portatile, con la batteria al litio da 4800 mAh che si fa strada nel design, che consiste in tweeter da 2x1" per dare qualcosa di simile allo stereo, un'unità full-range da 5,25" e un'unità passiva da 6,5" nella parte inferiore. Non sembra molto, ma con un amplificatore da 100 W si può effettivamente andare abbastanza lontano in questi giorni. Il tutto è completato da una strana forma di autocorrezione, una sorta di correzione ambientale che viene eseguita ogni volta che si accende l'altoparlante. Sembra strano, ma funziona abbastanza bene, anche quando si posiziona l'altoparlante in posti strani. All'aperto non è all'altezza, ma è proprio così. Anche la durata della batteria rientra nelle otto ore promesse.

Ci sono tutte le connessioni moderne che ci aspettiamo come Bluetooth, Spotify Connect, analogico da 3,5 mm, Wi-Fi, Chromecast integrato, Google Assistant e Alexa. L'unica cosa che manca davvero è Tidal Connect, che devo ancora vedere su questo tipo di prodotto. O almeno così pensavo...

JBL Authentics 300

Il software è JBL One, che sorprendentemente non occupa molto spazio ed è un salto quantico, perché non solo c'è effettivamente Tidal Connect, tutto è completamente integrato, quindi tutto ciò che ho dovuto fare è stato confermare che volevo utilizzare l'account nella mia app Tidal esistente e voilà, nessun accesso, ma sia Chromecast che Tidal Connect accesso da PC e telefono. La parte di accoppiamento è stata ancora più veloce, senza armeggiare, l'app ha ovviamente precaricato il dispositivo prima di arrivare al menu giusto e tutto funziona e si connette in pochi secondi. Sono un fan di JBL da 10 anni e del loro software per dispositivi Wi-Fi e Bluetooth, ma questo funziona davvero e funziona così bene che piacerà anche ai fan di Apple. È anche possibile collegare più dispositivi contemporaneamente. Dal momento che abbiamo preso in prestito un solo altoparlante per produrre questa recensione, dovremo crederci sulla parola, ma ognuno può eseguire la propria playlist o sincronizzarsi con una sola.

Annuncio pubblicitario:

Il suono è sorprendentemente ricco di bassi. C'è un po' di effetto sporgente poiché l'unità passiva è accordata incredibilmente in profondità, lasciando un vuoto sonoro fino all'unità full-range. Il suono è pesante e leggermente profondo, ma come qualcuno che ha posseduto vecchi diffusori JBL, posso solo dire che questo è abbastanza autentico. Naturalmente, questo può essere regolato con l'equalizzatore integrato nell'app JBL One e, anche se non sarà mai un prodotto per puritani, la gamma media è incisiva e, nonostante le sue dimensioni, si è facilmente esibita insieme al mio home theater di 40 metri quadrati per una festa.

JBL Authentics è davvero un prodotto molto migliore di qualsiasi cosa vista in precedenza nella categoria. Il prezzo è competitivo, il software è estremamente veloce e funzionale, e sia il suono che l'aspetto sono, beh, abbastanza autentici per l'epoca.

09 Gamereactor Italia
9 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
JBL Authentics 300

JBL Authentics 300

CONTENUTO HARDWARE. Scritto da Kim Olsen

L'aspetto può essere vintage, ma il suono e il prezzo per fortuna non lo sono.



Caricamento del prossimo contenuto