Italiano
recensioni
Mafia: Definitive Edition

Mafia: Definitive Edition

Hangar 13 torna con un altro classico gangster, costruito da zero per il pubblico moderno.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Hangar 13 non ha avuto vita facile negli ultimi due anni. Sì, Mafia III ha comunque venduto milioni di copie, ma non ha ricevuto il plauso della critica che lo studio sperava e, soprattutto, aveva bisogno di un nuovo studio che riuscisse ad affermarsi accanto a un altro partner di Take-Two che condivide la stessa passione dei giochi open-world sugli imperi criminali - immagino che tu sappia di quale studio e quale gioco open world stiamo parlando. In seguito, se è vero quello che dice Jason Schreier, sono stati rifiutati un sacco di prototipi e il morale da parte del team era piuttosto basso. Non ha aiutato nemmeno il fatto che Mafia II: Definitive Edition sia andato abbastanza maluccio, visto che anche da noi il gioco ha superato di poco la sufficienza nella media complessiva del network.

Per dirla senza mezzi termini, Hangar 13 ha bisogno di una rivincita e un remake del primissimo Mafia sembrava un ottimo punto di partenza. Dopo tutto, il primo capitolo è riconosciuto all'unanimità come il migliore della trilogia. In effetti, è stato ampiamente elogiato per il suo design innovativo, un'interessante interpretazione della libertà offerta al giocatore e una forte attenzione al realismo che, almeno per l'epoca, era piuttosto innovativo. Quindi riportare questo gioco per ricordare a tutti noi di cosa è capace la serie e allo stesso tempo ritrovare una nuova energia creativa sembra una vittoria per tutti, giusto?

Bene, potremmo anche farla finita con: no, non c'è nessun riscatto per Hangar 13, e non posso fare a meno di pensare che l'opportunità di offrirci una nuova versione ambiziosa di un amato classico sia andata praticamente sprecata. Ciò non significa che il gioco sia brutto, tutt'altro. Ma prima di poter andare avanti e andare più in profondità, riassumiamo cosa c'è di nuovo qui e cosa no.

La struttura rimane la stessa. Le missioni, la loro sequenza, le meccaniche di base e il rapporto con il mondo aperto e la struttura lineare delle missioni sono identici al titolo originale. Per molti versi, resta lo stesso Mafia di una volta e il gioco non può essere paragonato, ad esempio, a Final Fantasy VII: Remake, che ha uno scopo molto più ambizioso nel modo in cui gestisce e trasforma il materiale originale su cui è basato.

Mafia: Definitive EditionMafia: Definitive Edition

Certo, non tutto è come prima. Questo è un remake, non un remaster, e questa distinzione è cruciale. Innanzitutto, il gioco è stato ricreato da zero attraverso l'Illusion Engine di Hangar 13, che ha anche gettato le basi per Mafia III. Il terzo gioco non è esattamente ricordato come un gioco con una solida base tecnica e il motore non offre esattamente una grafica mozzafiato, ma il risultato è comunque un gioco che sembra qualcosa ideato nel 2020 e non un oggetto d'antiquariato che è stato rimesso insieme con lo sputo e una mano di vernice.

Grafica nuova e aggiornata, fisica moderna e animazioni facciali più realistiche. Fin qui tutto bene. E non è tutto. Tutto il doppiaggio è stato registrato daccapo e il nuovo cast presta anche il proprio aspetto alle scene di motion capture. Anche la colonna sonora è stata rimasterizzata e appare ancora più strepitosa di prima. La maggior parte del lavoro, tuttavia, è stato dedicato al re-design della città, Lost Heaven. È stato un processo che ha coinvolto uno studio dettagliato delle grandi città americane degli anni '20 e '30 e, di conseguenza, i quartieri sono molto più unici e l'architettura riflette queste differenze.

Nuove voci, nuove scene, una nuova città e grafica e fisica rifinite - non male, eh? Dopo pochi istanti con il gioco, si ha la sensazione che le ambizioni siano abbastanza alte da giustificare il fatto di chiamare questo gioco Mafia: Definitive Edition - perché è un vero e proprio "remake" e forse il primo passo verso il successo.

Mafia: Definitive Edition

Allora come si comporta in azione? Bene, piuttosto bene, e ci sono senza dubbio momenti in cui questo remake gestisce il difficile compito sia di catturare lo spirito dell'originale sia di adattare il gioco nell'era moderna. Fornisce esattamente ciò che dovrebbe fare un remake solido, ma non senza qualche grave inconveniente lungo il percorso, e alcuni di questi difetti sono ... beh, abbastanza seri.

Innanzitutto, non è esattamente un felice connubio tra il motore grafico di Mafia III e la struttura sottostante del gioco originale di Mafia. Proprio come in Mafia III, Tommy Angelo si muove in modo piuttosto goffo, sia spostandosi dal punto A al punto B, muovendosi dentro e fuori dalla copertura, sia navigando in aree strette, come il ponte di un battello a vapore, corridoi stretti o il molo locale, e questo mostra quanto siano imprecisi i controlli. Anche se non tutti si preoccupano del peso e della gravità del movimento in Red Dead Redemption 2, è esattamente ciò che manca a Mafia: Definitive Edition. Non hai mai dubbi sul fatto che stai spostando un avatar digitale e non essere Tommy, il che è un peccato.

Come se ciò non bastasse, e questa è la mia lamentela più cruciale e controversa nei confronti del gioco, è potenziale sprecato il fatto che Hangar abbia trascorso così tanto tempo a ridisegnare la città quando c'è così poco da fare in Lost Heaven. Sì, sono consapevole che il Mafia originale usava la città come contesto, e non era un mondo aperto tanto quanto una tela 3D che ha dato vita alla storia lineare e alla struttura della missione. Perché come L.A. Noire e anche Mafia II, Mafia è un racconto piuttosto lineare, e questo non è un problema in sé e per sé. Ma in quanto giocatore, senti costantemente l'impulso di esplorare ulteriormente la città, ma il gioco non ti fornisce mai una ragione per farlo. Forse, proprio in quest'area, sarebbe stata una buona idea allontanarsi dall'idea originale. Non necessariamente per riempire il gioco di noiosi riempitivi, ma forse solo per introdurre un paio di "signori del crimine" da sconfiggere, negozi da rubare, o forse la possibilità di acquistare vestiti diversi per il proprio personaggio. Non hai soldi nel gioco, quindi non ti costerà nulla rifornire la tua auto o farti fermare dalla polizia. La connessione che hai con il mondo fisico in cui vivi è così scarsa che ti manca la motivazione per prendere una strada diversa da quella che il gioco ti crea. Un remake dovrebbe prendere in considerazione cose come questa, altrimenti che senso ha?

Mafia: Definitive Edition

Fortunatamente, Mafia: Definitive Edition resta ancora un solido prodotto di intrattenimento, se non ti soffermi sul potenziale sprecato del mondo aperto e tratti il gioco come un'esperienza lineare. Anche se le sparatorie, gli inseguimenti in auto e i lunghi viaggi in auto tra le varie destinazioni non sono esattamente innovativi, tutto rientra nella categoria "almeno non è rotto" e grazie al design lineare generale ogni missione appare relativamente diversa. Ci sono alcuni limiti come la presenza di circa 10 armi diverse nel gioco, e dopo aver acquisito familiarità con il fucile tipo M1 Garand, la pistola Tommy e un fucile, beh, non c'è davvero più niente da scoprire. Tuttavia, consiglierei di giocare a difficoltà Classica, che rende la polizia più intelligente e nasconde i nemici sulla mini-mappa. Dà al gioco una base di cui hanno bisogno nella realtà e almeno impedisce alla polizia di rimanere disoccupata. Puoi modificare e regolare quasi tutti i numerosi parametri del gioco, dal livello di consapevolezza della polizia all'opportunità di utilizzare la trasmissione manuale.

Passando da una missione all'altra in modalità Classica, il gioco non è una cattiva avventura d'azione e, sebbene la storia non sia perfetta e non lo sia mai stata, viene comunque raccontata in modo efficace. Inoltre, grazie alla grafica accettabile, ad un buon doppiaggio e a una colonna sonora davvero sublime, stabilisci lentamente una connessione con i personaggi che incontri. Inoltre, c'è abbastanza spettacolo nelle missioni stesse che il tuo divertimento è praticamente assicurato.

Mafia: Definitive Edition

Inoltre, c'è molto da dire sulla guida soddisfacente. Hangar 13 è riuscito a mantenere il peso e la sensazione dei veicoli dell'epoca fornendo allo stesso tempo una manovrabilità sufficiente per rimanere sulla coda dell'auto che stai inseguendo. Eppure, questo ci riporta ancora alla mia critica originale: perché uscire dal percorso critico ed esplorare quando non ci sono destinazioni interessanti?

Se volevi di più, se volevi che fosse Mafia 2.0 - una versione ricreata e modernizzata di tutti gli aspetti che hanno reso l'originale così iconico in un nuovo pacchetto elegante con nuovi contenuti - rimarrai deluso. Quello che hai qui è una ricreazione relativamente semplice dell'originale, costruita con nuovi asset con un nuovo motore, ma non molto di più. Volevo davvero che ci fosse qualcosa di nuovo, qualcosa di più, ma purtroppo non c'è. Peccato per Hangar 13, uno studio che ha ancora un disperato bisogno di una vittoria, ma a quanto pare deve aspettare ancora un po' per la sua grande occasione. Questo gioco non è incompetente, in realtà è piuttosto divertente - Avrei voluto solo che ci fossero state cose nuove di cui parlare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Belle missioni, storia accettabile, magnifica colonna sonora originale, solida fisica delle auto, mondo fantastico.
-
Mondo completamente vuoto, controlli imprecisi, errori tecnici qua e là.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.