Italiano
Gamereactor
recensioni
Metal Gear Survive

Metal Gear Survive

È Metal Gear, certo, ma è solido abbastanza da permettere al franchise di sopravvivere?

HQ
HQ

Quando tutto il resto va in malora, prova a buttarci gli zombie. Questo sembra essere, in un certo senso, il mantra del mondo contemporaneo. Konami ha vissuto senza dubbio momenti difficili dopo che Hideo Kojima ha abbandonato il franchise Metal Gear, ma gli zombie sono davvero la risposta giusta? Ok, tecnicamente non sono zombie, sono più ex-umani dalla testa di cristallo chiamati walkers (scusate, "vagabondi"), ma in effetti lo sono. Metal Gear Survive segue gli eventi di Metal Gear Solid V: Ground Zeroes dopo la caduta della Mother Base sotto assedio e vede i membri sopravvissuti della MSF seppellire i loro ex-compagni. Poi, in una qualche connessione tra storie tra loro separate, decidono di inviare un soldato tramite un condotto spazio-temporale per sconfiggere i morti vagabondi su un pianeta di una realtà alternativa chiamato Dite, e in quanto tale Survive funge più da spin-off che come sequel vero e proprio. Non tutti gli spin-off sono come Joey (lo spin-off della sit-com Friends, ndr), anche se alcuni sono più simili a Frasier e riescono comunque a cavarsela. Per molti fan, però, questo cambio di rotta rispetto a ciò che era Metal Gear è stato molto controverso e il gioco è stato criticato sin dal suo reveal, ancor prima che qualcuno potesse metterci su le mani.

Prima di andare a fondo nella nostra analisi, dobbiamo dire una cosa: il gioco non ha le fattezze di un titolo Metal Gear. Sembra che gli sviluppatori abbiano fatto il gioco e poi abbiano aggiunto il marchio Metal Gear per aiutarlo a vendere. Ci sono alcuni elementi familiari, come l'iconico suono acuto quando i nemici vi avvistano, ma il nucleo del gioco si è spostato dallo stealth all'azione più spinta, in cui siete invitati ad uccidere tutti. Pertanto, da qui in avanti, ne parleremo semplicemente come Survive. Con questo non vogliamo dire che il titolo sia automaticamente negativo, quanto che dovremmo giudicarlo per i suoi meriti anziché considerarlo come un sequel diretto della serie.

All'inizio del gioco ci viene chiesto di creare il nostro avatar e successivamente abbiamo visto la nostra creazione venire trasportata in un mondo alternativo in rovina dove gli zombie hanno distrutto tutto. Ciò che bisogna fare è, essenzialmente, sopravvivere mentre si cammina in una splendida ambientazione desertica, alla ricerca di schede di memoria e altri sopravvissuti, nel tentativo di trovare la strada verso casa. Bisogna monitorare la fame e la sete del vostro personaggio e fare in modo che sia nutrito e idratato durante questo periodo, anche se i livelli di cibo e acqua si abbassano troppo velocemente per i nostri gusti e un certo numero di volte il nostro personaggio è morto nel mezzo di una missione per via della disidratazione. A questo si aggiunge il fatto che è difficile trovare acqua pulita prima che una determinata missione vi consenta di bollirla e il gioco può risultare un po' severo all'inizio. Bere acqua sporca può farvi star male e e vomitare e venire inseguiti da strani zombie con teste di cristallo nel mentre non è affatto divertente. Rick Grimes (di The Walking Dead, ndr) non ha di questi problemi. Dopo un po', iniziate a vedere altri nemici e non solo vagabondi, alcuni dei quali sono davvero spaventosi. Ci siamo trovati a saltare sulla sedia per colpa di shock improvvisi che...beh, non hanno nulla a che fare come Metal Gear. All'inizio le sorprese sono state gradite, ma presto sono diventate prevedibili e hanno perso la loro novità. Ci siamo ritrovati più volte a scappare che a combattere, solo per raggiungere la tappa successiva del nostro viaggio.

Annuncio pubblicitario:
Metal Gear SurviveMetal Gear Survive

In poche parole, Metal Gear Survive è un titolo in terza persona in cui raccogliete materiale per costruire la vostra base e creare nuove armi, reclutare sopravvissuti e uccidere zombie per farlo. C'è una modalità singleplayer, insieme a una modalità cooperativa online in cui fino a quattro giocatori combattono orde di non morti, ma la campagna prevede uno dei tutorial più lunghi della storia. Mentre vi fate strade tra orde di non morti, salvate nuovi personaggi che si uniscono a voi nella vostra base e vi aiutano a gestire le cose o a fare spedizioni. Dà una bella sensazione tornare alla vostra base e vedere i vostri alleati al lavoro, soprattutto dal momento che alcuni degli NPC comunicano con voi, anche se i dialoghi e le loro personalità sono un po' senz'anima a volte.

La storia non è una delle avventure più eccitanti della storia. Non è male, ma non fa neanche gridare al miracolo. Le prime fasi sono davvero estenuanti con voi che morite di fame o non siete abbastanza forte da uccidere i mostri,e dovrete ripetere le stesse sezioni più e più volte finché non le fate bene. Si livella il vostro personaggio e insegnate loro nuove abilità usando l'energia che viene raccolta dai cadaveri dei vagabondi. Una volta diventati abbastanza forti, la vita diventa molto più facile e potete superare sfide e iniziare a divertirvi. In ogni caso, diventa un po' ripetitivo dopo un po', anche se il senso della routine diventa quasi confortante. I vostri progressi vi portano dalla campagna singleplayer a quella cooperativa e viceversa, il che significa che qualsiasi oggetto trovato in modalità cooperativa appare anche nella vostra partita per giocatore singolo.

Metal Gear Survive
Annuncio pubblicitario:

La componente cooperativa è ricca di azione e ruota attorno al vostro cooperare online con altri quattro giocatori per difendere una zona da un assalto di creature o uscire e salvare tutto. È molto divertente e competitivo, ma la cosa migliore è l'enorme ricompensa in termini di materiali, oggetti ed energia che permettono di migliorare il vostro personaggio. All'inizio, quando eravamo di basso livello ed eravamo abbinati a giocatori di alto livello, ci siamo sentiti deboli e non potevamo combattere come volevamo, ma ci siamo trovati ad osservare gli altri giocatori ammazzare i nostri avversari. Ci siamo sentiti un po 'inutili, abbiamo individuato obiettivi facili e raccolto ciò che potevamo. La sorpresa è arrivata alla fine perché abbiamo avuto così tante cose da fare per far salire di livello il nostro personaggio un paio di volte e abbiamo ottenuto equipaggiamenti interessanti che hanno reso le nostre vite da zombie molto più semplici (e non appena si migliora, si migliora improvvisamente anche nella modalità single player). Effettivamente, durante le prime partite in modalità cooperativa potete rilassarvi un po' e affidarvi agli altri nelle attività più impegnativi, e questo vi permette di salire di livello e diventare voi stessi una vera e propria macchina anti-zombie.

Più ci si addentra nel gioco, e più questo migliora, soprattutto quando è più facile smettere di morire per mancanza di acqua pulita. Il mantra di base è: raccogliere materiale, costruire e poi ripetere. Tutta la parte di collezionismo ha senso quando si inizia a prendere abbastanza roba per costruire le armi, perché non si tratta solo di sopravvivere, ma si tratta di prendere il controllo e creare una base in prima linea. Presto costruirete i raccoglitori di pioggia, i sistemi di purificazione e le colture di patate, il che ha fatto sì che molte delle difficoltà iniziali diminuissero. Puoi mandare i vostri compagni sopravvissuti a caccia di nuovi oggetti o dare loro compiti attorno alla base, e osservare come tutto prende corpoo grazie agli sforzi compiuti sul campo è abbastanza soddisfacente. C'è una struttura a missione, in un certo senso, in quanto avete l'obiettivo di tornare alla base e occorre affrontare compiti casuali lungo la mappa, ma è molto più aperto in quanto potete fare ciò che volete quando volete, una volta che il tutorial è finito.

Il personaggio in sé dà la sensazione di essere stato abbandonato lì senza alcun motivo se non per sfortuna, e anche il primo personaggio che incontrate è stato un vostro nemico nella battaglia alla Mother Base, quindi anche se è facile attendersi un po' di tensione, lo sviluppo non arriva mai. Non è affatto avvincente e neanche per una volta ci siamo sentiti entusiasti di scoprire cosa sarebbe accaduto dopo. A proposito, vi starete domandando come mai che un soldato esperto d'élite, come il nostro personaggio principale, non possa fare un'escursione senza prendere cibo e acqua.

La mappa è stupefacente da contemplare e ci getta davvero nel mood di un'avventura di sopravvivenza. Detto questo, Survive ha avuto un'inversione abbastanza rapida rispetto ai precedenti giochi Metal Gear, e gran parte di questo è dovuto al fatto che questo nuovo mondo è molto simile alla mappa dell'Afghanistan di Metal Gear Solid V. Certo, ci sono alcuni cambiamenti estetici e ci sono diversi mostri che gli permettono di essere diverso, ma molte cose vengono riciclate. La maggior parte del paesaggio è coperta da una specie di tempesta di polvere assassina ed è inaccessibile finché non si riesce a costruire un serbatoio dell'aria, il che è un po 'esasperante perché la mappa o il punto guida non funziona in modo intuitivo, quindi a volte ci si perde completamente; speriamo vivamente che riusciate a ricordarvi da che parte è il nord. Inoltre, non potete andare molto lontano senza rimanere a corto di aria, cibo o acqua finché non aprite nuovi portali per esplorare ulteriormente. Anche se è bello quando se ne apre uno nuovo (per farlo è sempre lo stesso, un'ondata di nemici viene a fermarvi mentre cercate di difenderlo), significa che trascorrerete molto tempo a ripercorrere i vostri passi. Sul fronte audio, l'unica musica un po' diversa era quella nell'area di attesa della modalità cooperativa, in quanto alcune canzoni sembrano un po' troppo gioviali per l'atmosfera da apocalisse zombie che si trova altrove.

Metal Gear SurviveMetal Gear Survive

È giunto il momento delle critiche: non si tratta altro che del DLC di un gioco a tripla A. Aggiunge contenuti extra a un gioco che potete prendere o lasciare, e non è mai una brutta cosa. Survive, tuttavia, introduce troppe micro-transazioni. Potete pagare, ad esempio, per migliorare determinate azioni in-game, come la produttività nella vostra base. Ci sono alcune cose che potete fare con la valuta, come creare nuovi team di ricerca risorse, ma per avere un secondo avatar bisogna pagare. Ci dispiace dirlo, ma è una scelta davvero infelice. Una cosa è quando le app gratuite vi permettono di pagare per migliorare l'esperienza, ma dopo aver sborsato soldi per comprare il gioco, bisogna pagare di più per renderlo migliore o avere due slot per i personaggi? Un'altra critica è il fatto che occorre essere costantemente connessi a Internet, anche in modalità single-player. Se, come è successo a noi, la vostra connessione internet si interrompe per alcuni minuti, non potete giocare, anche se volete giocare in single-player.

Provare a riassumere cosa pensiamo di un gioco divisivo come questo non è facile, perché non è il tipico gioco Metal Gear e di per sé non è male. In effetti, a volte ci è piaciuto molto. All'inizio è un po' lento ed estenuante, ma più ci si addentra, più migliora. Quando riuscite a vedere la vostra base in funzione e i sopravvissuti che fanno i loro vari lavori, inizierete davvero a divertirvi. Abbiamo avuto un certo numero di sopravvissuti, tra cui un tizio chiamato Hissing Jackal, e lentamente abbiamo creato una connessione con la nostra base operativa. Detto questo, il fatto che la mappa della campagna principale sia eccessivamente familiare, oltre alla natura ripetitiva del gioco e alla mancanza di sviluppo del personaggio, non si è rivelato buono come speravamo. Survive è buono, ma alcune caratteristiche, unite al disordinato divorzio da Kojima, l'hanno davvero rovinato per alcuni fan.

HQ
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Un bel gioco; Bella ambientazione; Avvincente; È bello collaborare con altri giocatori.
-
Molto ripetitivo e all'inizio estenuante; La presenza delle micro-transazioni; La necessità di dover essere costantemente connessi ad internet.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Metal Gear SurviveScore

Metal Gear Survive

RECENSIONE. Scritto da Roy Woodhouse

È Metal Gear, certo, ma è solido abbastanza da permettere al franchise di sopravvivere?



Caricamento del prossimo contenuto