Italiano
Gamereactor
news
Prince of Persia: The Lost Crown

Prince of Persia: The Lost Crown non era 2D all'inizio

I creatori volevano che il gioco fosse un richiamo agli originali.

HQ

Prince of Persia: The Lost Crown uscirà tra un paio di settimane e, man mano che ci avviciniamo al lancio di questo gioco d'azione e avventura in 2D, stiamo ricevendo sempre più informazioni su ciò che possiamo aspettarci.

In un'anteprima di Game Informer, il game director Mounir Radi ha parlato delle origini del gioco e di ciò che ha spinto gli sviluppatori a scegliere questo elegante look 2D.

"Non è stato 2D fin dall'inizio", Cominciò Radi. "Ho avuto la possibilità di lavorare su alcuni prototipi in 2D, ma prima di approfondire, abbiamo studiato la serie Prince of Persia, solo per essere sicuri di capire tutta l'eredità."

"Volevo che ci fosse un richiamo alla paura e all'isolamento che provavo quando giocavo ai giochi in 2D", Radi continuò. "E anche per spingere un sacco di sperimentazione con l'aspetto dei poteri temporali". Tutto questo ha portato allo stile Metroidvania che vediamo oggi in The Lost Crown.

Inoltre, nella stessa intervista, è stato confermato che il gioco durerà circa 25 ore, il che è piuttosto sostanziale considerando il suo stile. Avremo altro da dire su di esso quando Prince of Persia: The Lost Crown uscirà il 18 gennaio per Xbox, PlayStation, Switch e PC.

Prince of Persia: The Lost Crown

Testi correlati

0
Prince of Persia: The Lost Crown Score

Prince of Persia: The Lost Crown

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Ubisoft torna nello spazio 2D per dare una nuova svolta (classica) alla serie Prince of Persia, ma è sufficiente per iniziare l'anno alla grande per l'azienda francese o è piatto?



Caricamento del prossimo contenuto