Italiano
Gamereactor
preview
Prince of Persia: The Lost Crown

Prince of Persia: The Lost Crown: The Lost Crown Anteprima: Ubisoft inizierà il 2024 con il botto

L'amata serie di avventure sta tornando in auge come Metroidvania 2.5D. Ancora una volta abbiamo provato The Lost Crown.

HQ

Prince of Persia ha avuto un periodo difficile negli ultimi anni. È passato molto tempo dall'ultima volta che un nuovo gioco della serie ha fatto il suo debutto, e per di più c'è stata l'intera debacle che circonda Le Sabbie del Tempo Remake. Fortunatamente, il favore del Principe sembra essere in aumento, poiché nel gennaio 2024, Prince of Persia: The Lost Crown farà il suo debutto. Ho avuto la fortuna di toccare con mano questo promettente titolo in passato, in estate, ma con il lancio incombente, ho avuto la possibilità di vedere in anteprima il gioco in un senso molto più completo, e questo tempo extra ha sostanzialmente confermato la mia opinione iniziale su questo titolo.

HQ

Prima di addentrarmi nei miei pensieri sul gioco, lasciate che vi spieghi cos'è questo titolo per chiunque non lo conosca. The Lost Crown è un gioco in 2.5D in cui si gioca nei panni di Sargon, un guerriero e membro della fazione degli Immortali, che ha il compito di recarsi in una roccaforte di montagna deformata dal tempo per salvare il Principe di Persia rapito (sì, in realtà non si gioca nei panni del Principe qui). Il gameplay è in stile Metroidvania, il che significa che si affrontano i nemici e si acquisiscono nuove armi e strumenti, il tutto in modo da poter visitare nuove aree e far progredire ulteriormente la storia.

Mentre alcuni fan della serie preferiranno senza dubbio un gioco 3D invece di uno 2.5D, in The Lost Crown questo stile funziona davvero. Il level design è eccellente e autenticamente Prince of Persia. Ti imbatterai in trappole, pericoli ambientali, stanze con enigmi da risolvere, tonnellate di nemici normali, nemici di livello boss e poi scoprirai persino missioni secondarie, oggetti da collezione e chicche aggiuntive per tenerti occupato.

Annuncio pubblicitario:

Lo stile Metroidvania non ha avuto un impatto negativo sull'importante narrazione e sulla costruzione del mondo per cui la serie Prince of Persia era conosciuta. In The Lost Crown, c'è una trama centrale che presenta colpi di scena e un sacco di sviluppo del personaggio e del mondo che rende l'affascinante mondo una gioia da esplorare e Sargon un personaggio avvincente. Alcuni dei più grandi momenti della trama sembrano prevedibili se riesci a individuare e individuare un design di gioco comune, come il fatto che gli Immortali sono una banda di guerrieri altamente unici che in superficie si presentano come modelli per grandi nemici boss. Anche se non posso attestare l'esatta verità sul fatto che Sargon affronti mai l'intero equipaggio degli Immortali, almeno affronta uno di loro.

Prince of Persia: The Lost Crown
Prince of Persia: The Lost CrownPrince of Persia: The Lost Crown

La storia è una parte avvincente di The Lost Crown e guiderà molte delle tue avventure, ma sono l'esplorazione e il combattimento di base che elevano davvero questo gioco. L'ambientazione del Monte Qaf è avvolta nel mito e nella leggenda, e questo significa che dovrai affrontare abili assassini umani e anche tutta una serie di mostri ed esseri soprannaturali. La varietà dei nemici dipende solitamente dal bioma in cui ti trovi, che vanno da città lussuose a foreste verdeggianti, e ogni bioma nasconde segreti e anticipa ulteriormente la direzione che la trama intende prendere. Poiché la premessa del gioco ruota attorno a una roccaforte di montagna deformata dal tempo, dovrai usare occasionalmente poteri che alterano il tempo per manipolare e alterare un livello per accedere a nuove aree, il tutto mentre ti arrampichi sui muri, oscilli sui pali, usi le armi per interagire con scenari di puzzle e altro ancora. L'esplorazione è relativamente semplice per un gioco Metroidvania e, da quello che ho sperimentato, non ti farà sbattere la testa contro il muro cercando di trovare una soluzione a un puzzle.

Annuncio pubblicitario:

Il combattimento, d'altra parte, è tutta un'altra storia. Se il design dei livelli è relativamente semplice, anche se molto carino, e l'esplorazione non troppo complessa, il combattimento richiederà una certa abilità e finezza per essere padroneggiato. È molto veloce e i nemici non perdonano molto, ma scorre incredibilmente bene a 60fps stretti e ha molta profondità intricata in ciò che offre. Tra le diverse combo corpo a corpo all'uso di abilità speciali per danni ingenti o scopi di supporto, al lancio di frecce a distanza e quindi all'utilizzo di un sistema di schivata e parata al momento perfetto per stordire, contrastare o evitare i nemici, ci sono un numero enorme di modi per affrontare il combattimento. Abbinando a questo il fatto che ogni nemico ha il proprio schema di attacco specifico, alcuni dei quali sono attacchi non contrastabili, si ottiene un sistema di combattimento impegnativo ma appagante ad ogni turno.

Prince of Persia: The Lost CrownPrince of Persia: The Lost Crown
Prince of Persia: The Lost Crown

Ci sono anche elementi di progressione. Ci sono potenziamenti più comuni come aumentare il numero di barre della salute che hai acquisendo oggetti specifici e rari, ma puoi anche raccogliere valuta Cristalli del Tempo tra le altre risorse per migliorare la potenza e il danno delle armi di Sargon o per migliorare l'efficacia degli amuleti che trovi o acquisti. Gli amuleti sono essenzialmente vantaggi e puoi scegliere tra una selezione di essi per ottenere bonus aggiuntivi da utilizzare nel gioco. Potrebbe trattarsi solo di un pezzo di salute in più, o potrebbe essere una riduzione dei danni da veleno, una combo corpo a corpo extra o la capacità di risucchiare i cristalli del tempo che si trovano nelle vicinanze senza doverci camminare sopra manualmente. Ce ne sono una moltitudine da trovare e sbloccare e ognuno rende Sargon un eroe più potente e capace.

Dalle poche ore in cui ho avuto modo di provare The Lost Crown, ho scoperto che la velocità con cui si guadagnano i Cristalli del Tempo sembrava un po' troppo stabile e per questo motivo i potenziamenti sembravano più una novità e non un elemento di miglioramento del gameplay. Allo stesso modo, come probabilmente saprà chiunque abbia visto un trailer di questo gioco, alcune delle grafiche non sono affatto sorprendenti. Quando si esplorano e si apprezzano gli ambienti dalla normale angolazione della telecamera 2.5D, The Lost Crown è molto carino, ma quando inizia un filmato e l'angolazione della telecamera cambia e ingrandisce, Sargon, gli Immortali e il mondo stesso perdono molto del loro fascino. È in questo aspetto che è chiaro che Ubisoft ha posto un'enorme enfasi nel far funzionare bene questo gioco su Nintendo Switch, e senza dubbio la qualità grafica è stata il prezzo da pagare per questo.

HQ

Il recente portfolio di giochi di Ubisoft è stato piuttosto impressionante, e sembra che Prince of Persia: The Lost Crown cercherà di continuare quel successo nel nuovo anno. Questo non è un gioco che sta cercando di scuotere o ridefinire in modo massiccio ciò che ci aspettiamo da un Metroidvania, ma quello che fa è inchiodare gli elementi più importanti. È fluido, veloce, appagante e divertente, e per me questa è la ricetta per un gioco da anticipare.

Testi correlati

0
Prince of Persia: The Lost Crown Score

Prince of Persia: The Lost Crown

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Ubisoft torna nello spazio 2D per dare una nuova svolta (classica) alla serie Prince of Persia, ma è sufficiente per iniziare l'anno alla grande per l'azienda francese o è piatto?



Caricamento del prossimo contenuto