Italiano
Gamereactor
articoli
Kinect Sports Rivals

Rare, Kinect & Xbox One: La next-gen nei giochi di movimento

KSR è il primo applicativo vero e proprio del nuovo hardware e software Kinect. Lo studio ci ha mostrato il suo incredibile potenziale ad un evento a Madrid.

"E' come la demo di Mario 64, ma con il proprio volto" .

"Colmare il divario": questo è uno dei commenti circolati la settimana scorsa presso la sede di Microsoft a Madrid, quando l'azienda e Rare hanno mostrato dal vivo i recenti progressi compiuti con il dispositivo Kinect (in bundle con tutte le console Xbox One). E' stata una doppia presentazione davvero sorprendente: in primo luogo, quella al pubblico, incentrata sulle abilità di Rivals Kinect Sports, in cui si realizzano delle caricature dei giocatori per renderli i "campioni " dei suoi sport. Poi, molto più sorprendente, quella privata, dove abbiamo scoperto ciò che il sensore è in grado di fare oggi "dietro le quinte".

Kinect Sports Rivals

Ma questo non significa che Rivals Kinect Sports abbia avuto brutta partenza. Infatti, le sue nuove caratteristiche rispetto all'originale costituiscono un'indicazione utile e molto chiara della direzione in cui si sta andando: maggiore precisione e una maggiore risposta in condizioni più ampie e diverse configurazioni. Ci auguriamo che, dopo aver assistito di nascosto a ciò che Kinect sta effettivamente facendo, arrivino applicazioni molto più complesse e innovative in futuro, ma questo primo esempio ne offre una buona risposta esaustiva.

Con la tecnologia vecchia dell'hardware e del software, bisognava compiere gesti del corpo esagerati, c'erano alcuni errori e ritardi nell'identificazione, e le condizioni ambientali (illuminazione, distanza) avrebbero dovuto essere ottimali. Nella maggior parte dei sei sport Kinect Sports Rivals mostrati nella presentazione, i movimenti venivano letti e quasi immediatamente riflessi sullo schermo. Ad esempio, è possibile seguire le vostre mani in tempo reale sul gioco di arrampicata, le dita mentre sparate o se il vostro corpo si sposta di pochi centimetri mentre controllate la moto d'acqua.

Potete dare un'occhiata ai video dimostrativi in una nostra recente news e alla video intervista a pagina 2 di questo articolo, per uno sguardo più approfondito ai sei sport (tre già presenti, tre nuovi) inclusi in Kinect Sports Rivals, che offrono un'ottima idea delle modifiche introdotte dal cosiddetto "Kinect Versione 2" e ulteriori nuove caratteristiche, come nuovi ambienti, modificatori, funzionalità cloud e tanto altro.

Kinect Sports Rivals

La sorpresa è arrivata con la creazione di personaggi "letti" da persone reali e con una dimostrazione tecnica privata. Nick Burton, chief of new technology di Rare, ha mostrato lo strumento di lavoro interno dello studio, con una NUI (Natural User Interface) View che riflette ciò che Kinect sta "vedendo" in una varietà di formati. Con diverse modalità di visualizzazione, Burton ha dimostrato che è vero che la tecnologia ora dipende molto meno dalle condizioni di illuminazione grazie al sistema con fotoni tanto declamata, e ha chiarito che non vi è alcuna necessità di allontanarsi tanto dal sensore , e che i modelli virtualmente ricreati sono molto più coerenti con la realtà. Inoltre ha fatto leva sul fatto che sia possibile scegliere con tale tecnologia i colori, i suoni e la profondità. Ma l'inglese ha lasciato il pubblico sbalordito quando ha eseguito vari gesti e movimenti per mostrare la facilità con cui il sistema renderizza e anima uno scheletro "con sei nuove articolazioni" , segue i movimenti delle dita e, in particolare, scansionando un cranio per poi subito ricrearlo con grande fedeltà.

Il modello poligonale risultante da questa demo privata, e dalla "point cloud", con cui in realtà funziona Kinect, è sicuramente più dettagliato di quella versione, poi stilizzata, che Sports Rivals riproduce successivamente, da qui la sorpresa e il confronto fatti in precedenza: l'implementazione in questo gioco è divertente e funziona, ma ciò che ci ha lasciato sbalorditi è la sua capacità impressionante di "catturare" il nostro corpo, che promette davvero molto per per il futuro.

Ecco come si crea un personaggio Kinect Sports Rivals mediante la scansione di un giocatore reale

Kinect Sports RivalsKinect Sports Rivals
Kinect Sports Rivals
Kinect Sports Rivals
Kinect Sports RivalsKinect Sports Rivals

Il seguente video di GRTV si combina ad un altro evento, quello della dimostrazione al pubblico fatta da Harry Robinson, in cui crea un campione in Kinect Sports Rivals (per i primi quattro minuti), a cui segue l'intervista con la coppia di Rare (negli ultimi 20 minuti):

"Questa è l'esperienza cui abbiamo dato vita legata alla creazione del campione. Volevamo fare qualcosa che sembrasse magico per il giocatore. L'idea di "scansionare qualcuno" era una caratteristica piuttosto innovativa (...). Raccontiamo ai giocatori che questi cubi sono pezzi di "DNA Digitale", che verranno utilizzati per realizzare un campione del mondo in Kinect Sports Rivals. Inizialmente ci viene data una struttura di base per il personaggio (...). Kinect mi scansiona per vedere quanto sono alto, quanto sono largo, e posso scegliere se essere un adulto o un ragazzo, e di quale sesso. [ Harry si muove e bighellona mentre il sensore registra il suo personaggio cubico] (...) Ed ecco la magia. Kinect guarda il mio volto e identificherà il colore della mia pelle, i capelli, l'acconciatura, se indosso gli occhiali o ho una barba, e infine creerà una forma della faccia assolutamente unica e che potrà essere utilizzata per creare una versione stilizzata di me. Nessun altro gioco o esperienza virtuale l'ha mai fatto prima, ossia scrutare il mio viso in 3D e usarlo per creare un personaggio".

Kinect Sports Rivals

Estratti dell'intervista:

In merito a possibili applicazioni e giochi controllati in futuro dal viso

Burton: "Se si osserva la mappa di profondità, possiamo ottenere gesti facciali esatti... Potremmo anche fare un gioco controllato solo dalla lingua (ride)"

Robinson: "Non sono convinto di fare un gioco controllato solo con il vostro viso, ma posso immaginare tutti i tipi di esperienze che utilizzano il nostro volto in modo unico e innovativo in un gioco come Resident Evil, in cui tutti gli zombie potrebbero essere basati sui volti dei vostri amici!

Burton: "E potrebbe anche non essere applicato nei giochi. Che valore potrebbe avere questo applicativo, per esempio, per i dispositivi hands-free, o per quelli per disabili?"

Pensate che la "febbre" per i giochi basati sul movimento si sia spenta?

Burton: "Non è passata. C'era una grande spinta in merito, un "Wow, i giochi basati sul movimento sono incredibili", ma guardiamo al passato, a quando siamo passati dal joystick al joypad negli anni '80, un po' come quando è uscito il NES e tutti dicevano "incredibile!", e poi tutti gli altri lo ha fatto a loro volta. Ecco cosa sta probabilmente accadendo, perché le persone non faranno le stesse cose rispetto al Kinect versione 1 e non dovranno più sudare all'inverosimile affinché funzioni. La gente si dimenticherà che si tratta di un gioco baato sul movimento o di un controller di gioco, e basterà usare ciò che è più appropriato all'esperienza (...). Ho avuto una discussione un paio di settimane fa, qualcuno mi ha chiesto se questi joypad [quelli di Xbox One] avessero degli accelerometri e se questo potesse leggere il nostro battito [ad esempio in Dead Rising 3], e mi sono detto "No, non lo fanno. Quello è Kinect". Non importa, è solo bello farlo.

Scannerizzare un campione

Robinson: "E' davvero strano. Quando si effettua la scansione delle persone, per alcune persone è inquietante, si osserva quel personaggio e vediamo che è proprio come appare. E poi ci sono gli altri e per quelli non è così inquietante. La cosa bella è che ognuno è unico, ognuno è diverso. Non assomiglierai mai a qualcun altro. Per me, questa è una delle cose più importanti che abbiamo fatto. Voglio dire, anche quando non combacia al 100%, è ancora una sufficiente approssimazione, e quando combacia alla perfezione, è solo una magia che lascia a bocca aperta le persone".

Burton: "Ma penso che ci sia qualcos'altro. Con il nuovo livello di fedeltà apportato da Kinect, riusciamo a portare una nuova profondità al gioco di movimento."

Kinect Sports Rivals
Kinect Sports Rivals

Squadre KSR, valuta e DLC

Robinson: "Inizialmente, le squadre sono un modo divertente per introdurre i personaggi al mondo di KSR e insegnano come giocare ad ogni gioco, poi alla fine vi lanciano in alcuni degli eventi principali, e alla fine di quel processo potete scegliere una squadra con cui partecipare. Andando avanti, le squadre vengono utilizzati per guidare le competizioni".

"La valuta sono solo monete [non denaro reale]. Se si riesce a vincere si guadagnano monete che permettono di acquistare oggetti al negozio in-game. Più si migliora e più gli avversari diventano difficili e più monete si riescono a vincere".

"[Otterremo nuovi sports tramite DLC?] Potrebbe essere ... (ride) Non l'abbiamo ancora annunciato. Potrebbe essere qualcosa in linea con quanto vediamo qui e potrebbe essere qualcosa d'altro. Un sacco delle cose che faremo in futuro si baseranno su ciò che vedremo fare ai giocatori nel nostro titolo".

Cosa pensa Rare di una Xbox One più economica, magari senza Kinect?

Burton:. "Penso che quelle persone [che vorrebbero una versione più economica] rimarranno sorprese da quello che possono fare con Kinect. Toglierlo e non dare la possibilità alle persone di provarlo, a livello personale, penso che sarebbe un peccato".

Robinson: "Sono d'accordo con Nick, penso che sarebbe un peccato perché penso che se è lì [in bundle], in questo modo si ha la garanzia che ciascun utente possa usarlo. Capisco perfettamente perché la gente voglia un prezzo più basso, ma mi piacerebbe personalmente mantenerlo".

Burton: "L'altra cosa è che, ovviamente, nel corso della vita, ogni pezzo tecnologico riduce il suo prezzo. Non sto però dicendo che ci sarà una riduzione di prezzo".

Kinect Sports Rivals
Kinect Sports RivalsKinect Sports RivalsKinect Sports Rivals
Kinect Sports RivalsKinect Sports RivalsKinect Sports Rivals

Mentre Nintendo sembra in apparenza essersi lasciata alle spalle la sua irresistibile combinazione MotionPlus-IR, e Sony sembra concentrata su un sistema di realtà virtuale che pretende anche di approfittare del suo movimento, ma ancora senza successo, Microsoft sembra ora più determinata a progredire in questo settore con Xbox One. Seppur siano indiscusse le potenzialità dell'ultima versione di Kinect, come sempre, si tratta di una questione di giochi e applicazioni che alla fine conquisteranno il pubblico. Vi faremo avere presto una recensione dell'evento pubblico.

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.