Italiano
Gamereactor
preview
Risen 3: Titan Lords

Risen 3: Titan Lords

Piranha Bytes torna alle origini con atmosfere medioevali e fantasy, dopo una parentesi a tema pirata nel secondo capitolo.

HQ

Con Risen 2: Dark Waters, Piranha Bytes ha dimostrato di essere moderno. Lo sviluppatore con sede a Essen, in Germania, ci ha fornito nuove meccaniche, ha ottimizzato il sistema di combattimento e ha avvolto il tutto in un nuovissimo tema piratesco. Tuttavia, è dovuto scendere a compromessi in termini di grandezza, in quanto lo studio ha lottato per raggiungere le proprie ambizioni. Il gioco è stato disseminato di buone idee, ma la loro attuazione spesso si è rivelata meno soddisfacente. E l'inizio del gioco era stato troppo lento e pigro. I fans erano rimasti molto delusi dalla mancanza di fascino.

Il team appare sicuro di riuscire a riscattarsi, almeno per quanto riguarda l'ultimo punto. Non solo Risen 3: Titan Lords aggiunge varie gilde e fazioni, ma è un ritorno a un ambiente più familiare, visto che si torna ad un tema medievale. Ci sono foreste e rovine da esplorare, e le miniere per gli appassionati di Gothic, e molto altro. Ritorna il cristallo magico. Ma non abbandona completamente i concetti presenti nel suo predecessore, in quanto i pirati avranno ancora una volta un ruolo nel gioco. Ci sono isole, e aree ispirate al Mediterraneo e ai Tropici, alcune di loro addirittura fanno ritorno da Risen 2: Dark Waters.

HQ
Risen 3: Titan LordsRisen 3: Titan Lords
Annuncio pubblicitario:

La storia è quella di un eroe senza nome. I Titani continuano a fare la guerra al mondo e sono portatori di sofferenze. All'inizio del gioco la nostra anima viene inghiottita da un potente Shadow Lord contro cui non abbiamo i mezzi per difenderci. Naturalmente, vogliamo recuperare ciò che abbiamo perso, ma abbiamo bisogno di qualche aiuto magico per raggiungere questo obiettivo e quindi il viaggio ha inizio. Nulla è più pre-determinato. Abbiamo la libertà di svilupparci sia in una direzione umana sia in una direzione demoniaca.

Il sistema di combattimento, per quanto possiamo dire da una breve introduzione, funziona adeguatamente. Potete usare la vostra spada e la magia, e c'è tanta attenzione nei confronti delle combo con cui è necessario temporizzare correttamente le azioni. Abbiamo combattuto guerrieri scheletri, rinoceronti, giganteschi paguri e simpatici anatroccoli e tacchini. Ci sono un sacco di opportunità nel mondo di gioco: per alcune azioni veniamo premiati con punti anima, mentre in altri casi ci vengono dedotti. C'è anche un sistema di fama in-game e verremo ricompensati sulla base della difficoltà del compito.

Risen 3: Titan Lords fa uso di un motore potenziato. C'è un maggior livello nei dettagli, ma i dialoghi risultano ancora scarsamente animati. Rispetto a titoli del calibro di The Witcher 3: Wild Hunt e Dragon Age: Inquisition risulta un po' demodè. Ma la presentazione generale del gioco non è l'obiettivo primario di Piranha Bytes, in quanto le loro principali ambizioni sono relative alle meccaniche di gioco e all'esplorazione. La bellezza è negli occhi di chi guarda a prescindere, e visto che questo è ben più di un titolo di nicchia, non ci disturba particolarmente.

Risen 3: Titan Lords
Annuncio pubblicitario:

E' facile usare queste scusanti. Piranha Bytes dalla loro dicono che vogliono andare contro-corrente e sviluppare qualcosa che non sia necessariamente mainstream. Ciò che interessa al team sono la varietà e l'abbondanza di opzioni a disposizione del giocatore. Dopo quella che viene descritta come un'introduzione piuttosto lineare, Risen 3: Titan Lords sarà molto simile al suo predecessore, e si aprirà ad un'esperienza non lineare. Il giocatore decide dove andare, e non vi è alcuna sequenza fissa di eventi. Ci saranno finali multipli e diversi modi con cui risolvere le missioni. Un approccio condiviso con giochi come Divinity: Original Sin, ed è qualcosa che a noi piace parecchio.

Fatto nel modo giusto, questo permette al giocatore di immergersi nel mondo con un approccio più lineare possibile. Non veniamo presi per mano, ma per tutto il tempo cerchiamo di creare il nostro destino da soli. In un certo senso, lo studio vuole dare vita ad un gioco caratterizzato dallo spirito dei vecchi titoli Gothic. Speriamo comunque che vengano introdotte alcune nuove meccaniche, anche contro la volontà dei fans più conservatori. Una cosa che i duri a morire chiedono spesso è l'esclusione di una mini-mappa. Questa può naturalmente essere disattivata, e ogni nuova aggiunta non rappresenta automaticamente qualcosa di negativo. Soprattutto quando si spera di rendere partecipi nuovi giocatori all'esperienza, un po' di partecipazione da parte di una mano amica all'inizio del cammino è necessaria.

Risen 3: Titan Lords arriverà nel mese di agosto - poco più di due anni dopo il lancio di Risen 2: Dark Waters. Le versioni console sono state curate da uno sviluppatore esterno, ma sono state spese maggiori risorse interne per garantire un'esperienza più soddisfacente ai giocatori di console. Speriamo che abbiano appreso la lezione dagli errori del passato. Abbiamo ancora alcuni sentimenti contrastanti sul gioco, ma la voglia di esplorare un gioco di ruolo con un mondo tentacolare prende il sopravvento. Un'avventura in cui veniamo lasciati soli con noi stessi. Non ci deludere Risen 3: Titan Lords!

Risen 3: Titan Lords

Testi correlati

THQ Nordic acquisisce Piranha Bytes

THQ Nordic acquisisce Piranha Bytes

NEWS. Scritto da Sam Bishop

THQ Nordic vanta già diverse proprietà e marchi sotto il suo ombrello, e in queste ore ha annunciato di aver acquisito gli sviluppatori Piranha Bytes e tutte le loro IP,...



Caricamento del prossimo contenuto