Italiano
Gamereactor
preview
Second Extinction

Second Extinction - Prime impressioni su Xbox

Turok incontra Left 4 Dead in questo intenso sparatutto cooperativo.

Quando ho visto per la prima volta il trailer di Second Extinction i miei occhi si sono illuminati all'istante. Se Turok incrociato a Left 4 Dead mi sembrava davvero un gioco spaziale, mi sono subito domandato come mai questo concept non sia stato fatto prima. Entrambi i franchise sono inattivi da un po' e questo sembrava un ottimo modo per mantenere vivo il gameplay di entrambi i titoli amati in un modo nuovo ed entusiasmante. Lo sparatutto cooperativo è disponibile dallo scorso ottobre su PC in accesso anticipato di Steam, ma ora è arrivato su console Xbox tramite il programma di anteprima, consentendo ai giocatori console di avere finalmente un assaggio della carneficina.

Questa è la parte dell'anteprima/recensione in cui spesso approfondisco la storia del gioco, ma Second Extinction non ne ha una. Dopo aver visto un breve filmato, ti ritrovi direttamente nel cuore dell'azione con poche spiegazioni per i molti dinosauri mutati che cercano di farti a pezzi. Qualche ulteriore contesto viene fornito attraverso le chiacchiere radiofoniche durante gli obiettivi, ma non aspettarti una storia grandiosa. Non è presente nemmeno una campagna e la maggior parte del gioco consiste nel completare gli obiettivi con i tuoi amici e tentare di non farti inghiottire lungo la strada.

Ci sono due modalità principali all'interno di Second Extinction e queste sono Mission Select e Expedition. La selezione della missione è piuttosto auto-esplicativa, in quanto ti consente di scegliere tra diversi tipi di obiettivi disponibili per aiutare a fermare l'invasione dei dinosauri in corso. Questi includono l'esplosione di una miniera piena di dinosauri con carri muniti di dinamite e la scoperta del risultato di un gruppo di spedizione scomparso. La spedizione, d'altra parte, è molto più rilassata e ti consente di esplorare la mappa, completare le missioni secondarie e raccogliere materiali al tuo ritmo.

Nel suo stato attuale ci sono cinque diverse classi che i giocatori possono scegliere e queste hanno tutte armi e abilità speciali drasticamente diverse. Ad esempio, c'è Rosy, una donna che brandisce una minigun e ha abilità di supporto che curano i nemici nel suo raggio e Ortega, una combattente leggera e agile la cui arma preferita è un fucile d'assalto. Quello che mi piace davvero è che tutte queste classi si completano a vicenda e devi affrontare l'azione in un modo diverso a seconda di chi interpreti.

Il comparto shooting è fenomenale e ci sono un sacco di opzioni presenti quando si tratta di aggiornare il tuo arsenale. Ci sono sei armi presenti e queste possono essere migliorate attraverso tre alberi di abilità separati (Impatto, Stabilità e Manovrabilità). Per allocare punti in questi alberi delle abilità, avrai bisogno della giusta quantità di materiali che vengono lasciati cadere quando uccidi diversi tipi di dinosauri. Questo crea un ciclo di gameplay piuttosto avvincente simile a Monster Hunter, in cui devi cercare bestie potenti per ottenere i materiali giusti.

Second Extinction

Devo anche dare credito al design di questi dinosauri mutati. Dagli enormi e imponenti T-Rex ai rapaci che ti vomitano acido in faccia, c'è una grande varietà di minacce e richiedono che tu sia strategico, poiché molti hanno punti deboli specifici che vanno sfruttati. L'Ankylosaurus pesantemente corazzato non può essere danneggiato a meno che non si colpisca con una granata al momento giusto per capovolgerlo e far cadere alcuni colpi sulla pancia, ad esempio. Non posso criticare il design generale dei nemici, ma quello che dirò è che si rigenerano troppo velocemente. Durante il gioco, il mio partner cooperativo ha dovuto rispondere rapidamente a un messaggio e ci siamo trovati inondati da dinosauri rigenerati ogni minuto circa.

Al momento c'è solo una mappa innevata da esplorare che ospita tutti questi diversi obiettivi e, sebbene sia considerevole, mi sono ritrovato a desiderare una maggiore varietà ambientale. Ho anche scoperto che l'esplorazione di quest'area è impantanata da noiose quantità di camminare tra gli obiettivi, poiché non ci sono veicoli e tutto è molto distanziato. I lunghi tratti di camminata e gli incontri con i dinosauri lungo la strada sembrano tonnellate di imbottiture inutili e, sorprendentemente, questo in realtà ha compensato la maggior parte del mio tempo durante le missioni.

Qualcosa che mi ha deluso scoprire è che il gioco è praticamente ingiocabile in single player, il che solleva la domanda, perché è anche un'opzione in primo luogo? Quando giochi da solo, ti ritroverai sopraffatto dalle ondate di dinosauri che attaccano e le cose sono ancora più difficili, dato che non hai un compagno che ti rianima quando sei abbattuto. Ho capito che Second Extinction è pensato per essere giocato con gli amici, ma vorrei che la difficoltà potesse essere ridimensionata in base al numero di giocatori presenti, proprio come i giochi di Monster Hunter.

C'è sicuramente il potenziale per Second Extinction di diventare in una belva inarrestabile, ma ci sono diversi problemi fondamentali che lo sviluppatore Systemic Reaction deve affrontare per primi. Il gioco attualmente presenta solo una mappa e il suo gameplay è frenato da noiose quantità di camminate e apparentemente infinite ondate di nemici. Sul lato positivo, però, il gioco delle armi è solido con molti aggiornamenti presenti e i dinosauri attaccanti sono ben progettati e richiedono di adottare un approccio strategico quando li incontri.

Second ExtinctionSecond Extinction
Second Extinction

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.