Italiano
Gamereactor
news

Sony è stata citata in giudizio per 5 miliardi di sterline per i prezzi dei suoi negozi

Dopo che un tribunale del Regno Unito ha autorizzato la class action ad andare avanti, si procederà al processo.

HQ

Lo scorso agosto, è stata avviata un'azione legale collettiva contro Sony, sostenendo che la società aveva addebitato "prezzi ingiusti" ai suoi clienti sul PlayStation Store. Alex Neill, l'uomo che ha dato il via a tutto, afferma che in sei anni i consumatori hanno pagato circa 5 miliardi di sterline in eccesso.

Recentemente, un tribunale del Regno Unito ha permesso alla class action di passare al processo, dopo che Sony ha cercato di schiacciarla. È finanziato da una società terza, che ha investito perché ritiene che ci sia una forte probabilità di risarcimento.

Tuttavia, non aspettatevi che ci siano sviluppi importanti per un po', poiché questo tipo di prove potrebbe facilmente richiedere anni. Quanto segue è stato detto in un documento pubblicato dal team che ha citato in giudizio Sony:

"Questo è il primo passo per garantire che i consumatori restituiscano ciò che è loro dovuto a seguito della violazione della legge da parte di Sony. La fedeltà dei giocatori PlayStation è stata sfruttata da Sony che ha fatto pagare loro prezzi eccessivi per anni... Con questa azione stiamo cercando di porre fine a questa condotta illecita e garantire che i clienti siano risarciti".

Coloro che prendono parte alla class action devono aver vissuto nel Regno Unito tra agosto 2016 e agosto 2022 e aver acquistato software o contenuti scaricabili tramite lo store di PlayStation.

Sony è stata citata in giudizio per 5 miliardi di sterline per i prezzi dei suoi negozi


Caricamento del prossimo contenuto