Italiano
Gamereactor
recensioni
The Outlast Trials

The Outlast Trials (accesso anticipato)

Siamo stati lobotomizzati, sperimentati e lasciati liberi in mezzo a una popolazione di vili assassini e altri esperimenti di laboratorio.

HQ

Non è stato un viaggio perfetto per la serie Red Barrel's Outlast. Il primo è stato salutato come una fantastica esperienza horror in cui abbiamo avuto modo di esplorare un ospedale psichiatrico, come un giornalista. Il secondo ha contrastato con la sua ispirazione da film come Children of the Corn e ci ha fatto nascondere nei campi di grano nordamericani. Il sequel è stato più fortemente caratterizzato da culti religiosi e scene di caccia. Tuttavia, non ha impressionato tutti con le sue meccaniche di gioco che hanno portato a molti tentativi ed errori. The Outlast: Trials salta tutto questo e ci colloca cronologicamente prima del primo gioco.

Sei un personaggio senzatetto / senza nome di cui scegli l'aspetto all'inizio. Il tuo personaggio è sottoposto a orribili esperimenti e vieni rilasciato nel mondo con il tuo psichiatra come unico amico. Egli vi parlerà continuamente, guidandovi tra una missione e l'altra. Sei intrappolato in un gigantesco magazzino dove si svolgono gli esperimenti, con questo magazzino circondato da altre strutture di nuova costruzione progettate per assomigliare a una piccola città. I soggetti del test sono stati quindi liberati e tu, con un massimo di tre amici in più, sei libero in questo pazzo mondo.

È chiaro che The Outlast: Trials è progettato per quattro giocatori. Sebbene la narrazione pesi sui livelli, è immediatamente evidente che questo è meglio goderselo con gli altri. Per caricare in un livello, si entra in una delle quattro porte girevoli o ci si siede in una delle quattro sedie. Pertanto, probabilmente non vi sorprende che il mio tempo con il gioco sia stato caratterizzato da molti livelli rigiocati e riutilizzati, per le cosiddette "prove". Scegli una missione, il tuo equipaggiamento, e puoi quindi saltare nel livello in base ai parametri che hai impostato prima e completare la missione che hai scelto. Dal punto di vista del gameplay, differisce leggermente dai suoi predecessori senza perdere l'identità per cui Outlast è noto. Puoi aprire le porte lentamente, i nemici ti inseguono se vieni individuato e l'orrore è sempre presente.

The Outlast Trials
Annuncio pubblicitario:

Quello che ho trovato frustrante sono trucchi già ben consolidati nel genere. In un livello iniziale, devi intrufolarti in una stazione di polizia e uccidere un testimone. Inizi a sparargli e la corrente si spegne, e ora devi capire come scendere nel seminterrato, riparare, riempire e riavviare i generatori. Di solito puoi vedere gli obiettivi e la fine delle missioni di fronte a te, ma dovrai correre una maratona intorno all'obiettivo prima di poter completare tutto. Funziona meglio con molti altri giocatori, e questo perché i giocatori extra possono trasportare più oggetti, risolvere enigmi insieme e completare i livelli più facilmente. Se sei solo, mantieni più elementi horror, ma non ottieni ancora una narrazione focalizzata con protagonisti affermati, come nelle precedenti installazioni della serie.

Affrontare le missioni è abbastanza agevole. Per quanto riguarda il gameplay, ci sono molte somiglianze con i suoi predecessori. Questa volta non hai una macchina fotografica, ma ti vengono dati occhiali per la visione notturna. Puoi ricaricarli quando l'energia si esaurisce, usando le batterie che trovi, ma devi risparmiare risorse. La storia fa un buon lavoro nel vendere il suo tema e collegarlo alla narrativa della serie. Non rivelerò nulla, ma ci sono chicche da trovare se vuoi saperne di più su questo universo. Mi è piaciuto soprattutto il design del mondo, poiché gli ambienti sono scomposti, distrutti e vissuti, e mi ricorda le scene delle città con recenti rivolte violente. Puoi anche trovare artefatti e oggetti da collezione da aggiungere a questo sforzo. Le mappe non sono popolate solo da boss e nemici, ma anche da persone che vogliono essere lasciate in pace. Sebbene le mappe che attraversi rappresentino edifici e altre cose, Red Barrels ha fatto un ottimo lavoro con i suoi ambienti.

The Outlast TrialsThe Outlast Trials

Rimane la domanda se questo è davvero ciò che i fan del primo e del secondo capitolo stanno cercando. Alcuni aspetti del gameplay, come l'identità della serie e il design visivo sono simili ai suoi predecessori. Il layout, il design delle missioni e il level design ricordano Dead By Daylight, Last Year: The Nightmare, Back 4 Blood e Phasmophobia. È un brusco cambio di genere all'incirca allo stesso livello di Dawn of War e Dawn of War II. Non è necessariamente una cosa negativa. Mi piace quest'ultimo più del primo, per esempio. Mi sono divertito un bel po' a evitare i nemici, a nascondermi dai mostri e a farmi strada attraverso i livelli. Avere abilità che lo rendono più facile è sempre buono, ad esempio, puoi scegliere un'abilità prima di iniziare che ti permetta di abbattere le barricate più velocemente o fuggire più facilmente. Allo stesso tempo, mi manca lo stile più ben diretto dei giochi principali.

Annuncio pubblicitario:

Ora c'è però un hub in cui si ritorna tra una missione e l'altra. La tua base di partenza è una cella in un reparto dell'ospedale / istituto psichiatrico. Ci sono letti, stanze e alcuni personaggi da cui è possibile acquistare cose. Qui è dove pianifichi con i tuoi alleati, metti alla prova il tuo equipaggiamento, acquisti ciò di cui hai bisogno. Sono curioso di vedere se conquista le persone. Non ho dubbi che questo sia un po' un test, ironicamente, per un eventuale terzo gioco, tuttavia, voglio sottolineare fin d'ora che preferisco solo l'horror. Le buone modalità cooperative di solito comportano compromessi per i giocatori singoli, il che è vero qui. Ad esempio, l'immersione richiede un po 'di successo quando devi scegliere missioni, mappe, cercare giocatori nella lobby e altro ancora, invece di avere cutscene e un nuovo livello subito.

Nonostante la sua attenzione alla cooperazione, adoro il design del mondo, i personaggi e il suono è fantastico. Anche l'universo è generalmente ancora interessante. Tuttavia, trovo che l'orrore scompaia rapidamente, anche se la varietà dei nemici è buona e ti senti costantemente esposto. Quando attraversi lo stesso livello più volte di seguito con missioni diverse insieme agli amici, il livello di paura diminuisce leggermente. Allo stesso tempo, è ben fatto per quello che è. Ottieni una recitazione vocale competente, una grafica solida, una buona direzione artistica e un gioco abbastanza ben funzionante. Ci sono difetti tecnici, l'IA ha bisogno di essere rifinita e queste sono cose su cui gli sviluppatori stanno lavorando. Ma non è ancora nella sua versione 1.0, poiché qui otteniamo una versione Early Access.

Tuttavia, non ti consiglierei di giocare a The Outlast: Trials da solo. Ti consiglierei di dare un'occhiata se vuoi provare qualcosa di nuovo con un paio di amici e ti piace Outlast. Tuttavia, cose cosmetiche come dipingere la tua cella di prigione e altre cose non mi coinvolgono davvero, anche se le opzioni erano molte e c'era molto da sbloccare con le valute che guadagni dopo le missioni.

The Outlast Trials

Il conflitto tra l'eredità della serie e questo nuovo passo è evidente. Sono combattuto, da un lato sono entusiasta di qualcosa di nuovo, ma dall'altro i livelli non reggono la quantità di playthrough che mi viene chiesto di completare. Diventa stancante troppo in fretta. Anche se preferisco solo l'horror, so che molte persone amano affrontare insieme cose spaventose e questo può essere interessante. Alla fine della giornata, è una base competente che ha bisogno di un po 'più di lavoro durante Early Access, in modo che la versione 1.0 sia la migliore possibile.

Se gli sviluppatori riescono a risolvere alcuni dei problemi che riscontro, aggiungere più contenuti e perfezionare il loro lavoro, potrebbe finire con una valutazione più alta. Ma, allo stato attuale, sono stato intrattenuto ma non impressionato. Alcuni aspetti sono buoni e altri sono imperfetti. Se hai un gruppo di amici e vuoi giocare a qualcosa di spiacevole, questo è qualcosa da tenere d'occhio. Lascio la versione Early Access con la speranza che diventi uno spin-off multiplayer stabile. La mia valutazione è anche in qualche modo giustificata dalla delusione che è stato creato per un pubblico diverso rispetto alla prima e alla seconda versione, poiché mi sono subito reso conto che non ero così coinvolto con questo allo stesso modo dei suoi predecessori.

The Outlast TrialsThe Outlast Trials
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Grafica solida. Buona recitazione vocale. Ottima atmosfera. Mondo emozionante. Meglio con più giocatori. Puzzle semplici ma efficaci. Nemici spiacevoli.
-
Più giocatori riducono l'orrore. Troppo ripetitivo. Personalizzare il tuo cellulare non è molto coinvolgente.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto