Italiano
Gamereactor
recensioni film
The Out-Laws

The Out-Laws

Marcus si è seduto attraverso una sciocchezza priva di ispirazione e senza umorismo che è a un tiro di schioppo dall'essere uno dei peggiori film dell'anno.

HQ

Il genere della commedia è morto? Beh, a volte ti chiedi cosa stia realmente succedendo, perché dov'è finito l'umorismo intelligente e intelligente? Sceneggiature infallibili che sono state accuratamente ripulite da ogni individualità e sottigliezza sono diventate lo status quo, e l'ultima aggiunta di Netflix con Adam Sandler sulla sedia del produttore fa ben poco per deviare dal percorso che tanti altri hanno precedentemente percorso.

The Out-Laws è la definizione stessa di déjà vu, una storia senza identità e attori che cercano di trarre il meglio da una brutta situazione. Il film segue la giovane coppia Owen e Parker mentre si preparano per il giorno più importante della loro vita, il loro matrimonio. Naturalmente, le cose non vanno secondo i piani e sorgono complicazioni quando i suoceri, che lo sposo non ha mai incontrato, decidono di partecipare al matrimonio.

La situazione si complica ulteriormente quando la banca per cui lavora Owen viene anche derubata da una famigerata banda, portandolo a sospettare dei due genitori della sua fidanzata (interpretati da Pierce Brosnan ed Ellen Barkin). Sono loro le menti dietro la rapina? Non è mai più eccitante di così, e questi due temi non funzionano mai, l'interazione semplicemente non c'è e il risultato è che The Out-Laws spesso si sente sconnesso.

The Out-Laws
Annuncio pubblicitario:

La sensazione generale dominante è quella di due sceneggiature semi-finite che vengono forzate in una, ed è un vero peccato. Perché sappiamo che si può fare. Basta guardare il classico un po 'dimenticato di Hugh Grant Mickey Blue Eyes, un film che fa un lavoro fenomenale nel tessere i due generi insieme e con una sceneggiatura molto simile. Ma con Ben Zazove ed Evan Turner che tengono la penna, cosa puoi aspettarti di più?

Da qualche parte lungo la linea, sembra che i realizzatori fossero consapevoli dei problemi, e in preda alla disperazione hanno condito il dialogo con quanta più oscenità possibile - il che in realtà non aiuta minimamente il film. L'umorismo sembra forzato e poco dignitoso, pochissime delle battute riescono ad atterrare, e gli sceneggiatori sembrano averlo riversato senza pensare nella speranza che almeno qualcosa alla fine si attacchi al muro.

Nemmeno l'altrimenti talentuoso Brosnan può fare nulla per salvare i suoceri e la zuppa di Tyler Spindel non è altro che una pura perdita di tempo. È spazzatura noiosa, senz'anima, senza cuore né anima e solo un altro chiodo nella bara della reputazione già offuscata del regista. Fatevi un favore e saltate The In-Laws, onestamente, potreste trovare più gratificante una serata trascorsa a fissare un muro. Pessimo è quello che è.

02 Gamereactor Italia
2 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
The Out-Laws

The Out-Laws

RECENSIONE FILM. Scritto da Marcus Persson

Marcus si è seduto attraverso una sciocchezza priva di ispirazione e senza umorismo che è a un tiro di schioppo dall'essere uno dei peggiori film dell'anno.



Caricamento del prossimo contenuto