Italiano
Gamereactor
preview
The Walking Dead: Survival Instinct

The Walking Dead: Survival Instinct

Abbiamo visto in anteprima lo sparatutto di The Walking Dead. È ancora troppo presto per cantare vittoria, ma l'atmosfera della serie TV è quantomeno rispettata.

HQ

Glenn Gamble è il factotum di Terminal Reality. Non solo crea gli effetti speciali, ma ha anche scritto la storia di The Walking Dead: Survival Instinct. Egli potrebbe essere l'uomo giusto per affrontare il difficile compito di trasformare questa licenza di grande successo in un gioco d'azione decente.

Survival Instinct è la storia dei fratelli Merle e Daryl Dixon, due sopravvissuti che hanno un ruolo importante nella serie TV. Glenn Gamble ha affermato che lui e il suo team hanno frequentato i forum per scoprire quello che i fan desideravano vedere. Una cosa condivisa anche dai produttori di AMC. Che cosa sia, però, Gamble non vuole dircelo. Ma è stato così gentile da mostrarci alcune sequenze di gioco.

L'eroe della serie TV, Rick Grimes, è ancora in coma durante la storia di questo gioco commissionato da Activision. Si tratta, dunque, di un prequel della prima stagione dello show.

The Walking Dead: Survival Instinct
Annuncio pubblicitario:

Il gioco è ambientato nello stato americano della Georgia, e i nostri due eroi sono in viaggio verso la zona sicura. È estate, è caldo e umido. Passiamo attraverso piccole città e ci godiamo la grazia delle scene rurali intorno a noi.

The Walking Dead: Survival Instinct è un gioco d'azione classico, che utilizza la visuale in prima persona. Per ottenere l'aspetto più autentico possibile, il team di sviluppo si è mosso nei boschi con le telecamere GoPro. Hanno anche investito alcuni dollari di produzione in sessioni di motion capture, in cui gli attori hanno distrutto dei cuscini per simulare gli zombie intenti a mangiare. Infine, l'audio è stato tutto registrato in casa (a quanto pare il suono della morte si ottiene tagliando un cocomero).

Il gioco è visivamente convenzionale. La fotocamera, meno. Lo studio ha armeggiato con la visuale in prima persona per migliorare il fattore paura. Nei punti chiave la fotocamera forzatamente ingrandire, restringere il campo visivo, come ci si concentra su ciò che il gioco vuole che tu guardi.

Gamble spiega che è necessario controllare costantemente l'ambiente circostante, ma che diventa meno drammatico quando il processo è scritto e ripetuto numerose volte. Eppure, nonostante questo, c'è sicuramente una sensazione di disagio - ci si sente come un fuggitivo in un mondo ostile.

Annuncio pubblicitario:

È inoltre fantastico il fatto che gli zombie costituiscano una minaccia reale. Ce ne sono molte migliaia, e ciascuno si comporta in modo diverso.

"Crearli stupidi non è facile", spiega Glenn Gamble, introducendo il problema fondamentale nella creazione di non-morti credibili. Hanno sempre voglia di mangiare carne fresca - e quindi gli zombie di tipo walker cercano sempre la maniera più rapida per addentarci.

Dobbiamo nasconderci per evitare di essere scoperti, perché i walker hanno un udito acuto. Possono anche sentire l'odore, e ben presto inizieremo a sudare sotto il caldo sole del sud. Chi volesse utilizzare il fucile, dovrebbe riflettere prima di tirare il grilletto. Il rumore attira altri walker - e solo tre possono diventare una vera e propria minaccia in maniera piuttosto rapida. Sei di loro si dimostrano essere un compito molto impegnativo.

The Walking Dead: Survival Instinct

I corpi apparentemente morti che infestano la terra, spesso hanno ancora dei segni vitali - e vengono generati in maniera casuale ad ogni partita. La stessa cosa accade con i morti viventi, che vengono rigenerati ad ogni passaggio o tentativo. Lo stesso vale per gli oggetti. Un piccolo dettaglio, ma che aggiunge molto alla tensione.

Il gioco in sé è generalmente abbastanza semplice. Si spara o si combatte corpo a corpo con un'ascia o un coltello. I pochi elementi dell'HUD visibili includono una bussola e il numero delle munizioni, ma tutto può essere disattivato. Durante la mischia appare un mirino e vi sono dei pulsanti che permettono uccisioni dirette. In caso contrario, si devono decapitare gli zombie per ucciderli. Anche senza gambe e braccia, infatti, lo zombie cerca ancora di prenderci.

The Walking Dead: Survival Instinct non è un gioco open world. Ci si sposta in auto tra le missioni, e siamo sempre accompagnati dai nostri compagni, i vari superstiti. Il numero di sopravvissuti dipende dalla vettura attiva. Si deve decidere sempre, perché bisogna portare con sé anche le attrezzature e l'equipaggiamento. Tutto è sempre utilizzabile, e tutti devono essere portati fino alla fine del livello per poter essere salvati.

Alcuni compagni si possono utilizzare come aiutanti, proprio come in Assassin 's Creed III, ed è possibile inviarli in missione per raccogliere equipaggiamenti o munizioni. Il gioco, al momento, ci mostra soltanto il cinquanta per cento circa del contenuto. La storia è ramificata.

I riferimenti alla serie televisiva sono molto importanti per il team di sviluppo. Il gioco dovrebbe avere lo stesso feeling della serie, ed espandere il mondo di The Walking Dead allo stesso tempo. Prendete ad esempio Lemon Hill, sulla quale si concentra una missione del gioco.

La cittadina ospita un festival estivo che è andato terribilmente storto. Ora, 30 zombie si aggirano per il centro della città. L'idea è quella di passare inosservati. Il modo migliore è quello di lanciare una o due bottiglie di vetro tra l'orda e alcune auto distrutte. I suoni attirano la loro attenzione per un breve periodo di tempo e ci permettono di sgattaiolare via. Troviamo anche una bottiglia di limonata in grado di rigenerare l'energia.

The Walking Dead: Survival Instinct

Se ci si fa afferrare da un walker, una limonata nel vostro inventario non basta. Abbiamo bisogno di colpire gli zombie un paio di volte e spingerli via, o mettere a segno un colpo diretto. Possiamo infilzare coltelli attraverso i loro occhi, o piantare loro un'ascia in testa.

Il nostro amico Merle Dixon pensa che sia una buona idea raccogliere alcune scatole di dinamite, metterle nella chiesa della città, salire nella torre e suonare le campane per la messa domenicale. Gli zombie giungono in gran numero - e un razzo gettato nella folla infiamma la festa.

Freneticamente dobbiamo fuggire attraverso un cimitero, verso la macchina. Ci muoviamo a suon di pistole fumanti, e i colpi che si fondono con le esplosioni provenienti dalla chiesa e zombie non sono più un grosso problema. Chiunque ha esplorato il livello prima, ha un chiaro vantaggio, perché ci sono un sacco di segreti da trovare. Le auto con le porte aperte ci invitano a trovare dei potenziamenti. Le vetture offrono diverse quantità di combustibile, ognuna ha un payload diverso e naturalmente il numero di passeggeri possibili variano. Come detto, non possiamo guidarle: le auto servono solo nel caso dei trasferimenti tra le missioni.

The Walking Dead: Survival InstinctThe Walking Dead: Survival Instinct

È difficile dire se questo concept riuscirà a raggiungere grandi risultati. The Walking Dead: Survival Instinct non sarà un fallimento totale, questo è sicuro. Ma, attualmente, la grafica è nella media e le missioni piuttosto lineari senza pretese non ispirano. Lo spirito della serie TV, tuttavia, vive ancora e aggiunge nuove sfaccettature al proprio universo. L'unica domanda è la seguente: la lotta contro i walker riuscirà a mantenere alta l'attenzione nel lungo periodo? Quanto saranno complesse le decisioni che ci porteranno a scegliere chi salvare e chi lasciare al loro destino?

The Walking Dead: Survival Instinct mostra un lato nuovo del franchise, grande e redditizio. Resta da verificare quanti dei numerosi fan di questo franchise acquisteranno il titolo per Xbox 360, PS3 e PC. Nel frattempo, gli zombie non bastano mai. È anche vero che con la versione finale e retail di Day Z dietro l'angolo, e con State of Decay previsto per il 2013, a breve questo gioco avrà una fortissima concorrenza.

HQ

Testi correlati

0
The Walking Dead: Survival Instinct

The Walking Dead: Survival Instinct

PREVIEW. Scritto da Christian Gaca

Abbiamo visto in anteprima lo sparatutto di The Walking Dead. È ancora troppo presto per cantare vittoria, ma l'atmosfera della serie TV è quantomeno rispettata.



Caricamento del prossimo contenuto