Italiano
Gamereactor
recensioni film
Transformers: Rise of the Beasts

Transformers: Rise of the Beasts

I robot sotto mentite spoglie sono tornati, ma il franchise può tenere il passo con la qualità che Bumblebee ha offerto nel 2018?

HQ

Ho sempre avuto un rapporto un po' strano con i film live-action dei Transformers. Come l'universo di Fast and Furious, vedere un nuovo film di Transformers nelle sale è diventato un po 'un rituale per me e i miei amici, poiché crescendo con l'universo sempre più ricco di azione e sciocco di Michael Bay, abbiamo sempre saputo che mentre i film non si contenderanno un Academy Award in qualsiasi momento presto, di solito sono film molto divertenti. Poi è arrivato Bumblebee e ha buttato tutto fuori di testa, quando il regista Travis Knight e la star principale Hailee Steinfeld hanno collaborato per un film divertente, pieno di azione e, soprattutto, pieno fino all'orlo di carisma e fascino. Inutile dire che ora ho nuove aspettative per le produzioni live-action dei Transformers, o meglio l'ho fatto.

HQ

Perché Transformers: Rise of the Beasts occupa una strana via di mezzo tra i film eccessivamente sciocchi e spesso al rallentatore di Michael Bay e il molto promettente e divertente Bumblebee. Non è radicato in una trama più reale come il progetto del 2018 e tuttavia non è così ridicolo da essere divertente. È solo prevedibile e manca di un'identità.

Cerca di capitalizzare gli iconici giocattoli originali Hasbro e gli spettacoli animati e di usarli a suo vantaggio, ma presenta una narrazione che non è ben spiegata, manca di profondità, sembra affrettata a volte e, cosa cruciale per un film Transformers, non offre nemmeno scene d'azione particolarmente coinvolgenti. È un film che non vuole essere così stupido come quello di Bay, ma a differenza di Bumblebee, non presenta il fascino per compensare questo nella sua (per questa era del cinema) breve durata di 120 minuti.

Annuncio pubblicitario:

Questo non vuol dire che Transformers: Rise of the Beasts sia un film scadente, perché non lo è. Anthony Ramos è eccellente come attore principale, e gli effetti speciali non sono abusati e non sembrano travolgenti, infatti gli effetti visivi sono abbastanza ben fatti e non presentano quella mancanza di raffinatezza a cui ci siamo abituati nei film Marvel. Peter Cullen è anche iconico ancora una volta come Optimus Prime, e il resto del cast (sì, anche Pete Davidson come Mirage) si adatta ai loro ruoli e si adattano alla posizione che interpretano nel film. Ma a differenza di Bumblebee, che ha una premessa piuttosto basilare con minacce su piccola scala coinvolte, Rise of the Beasts fa un salto che mi rende preoccupato per il futuro del franchise.

A differenza dei film di Michael Bay, che sono diventati sempre più su larga scala, il salto da Bumblebee a Rise of the Beasts è come passare da Iron Man a Avengers: Infinity War senza i 20+ film di sviluppo della trama in mezzo. Siamo passati da una storia di una piccola città americana con essenzialmente tre Transformers in totale, a una trama in cui la Terra sta per essere distrutta dallo stesso malvagio dio robot che ha richiesto a Bay cinque film per introdurre. Eppure, in qualche modo, la narrazione tenta anche di intrecciare e introdurre non solo un'intera collezione di Transformers originali (come Optimus Prime, che viene introdotto per la prima volta in questo universo di Transformers in questo film), ma anche le fazioni Maximals e Terrorcons. Questo film ha una scala troppo grande per la sua durata di due ore e lo sa e non fa nulla per adattarlo. Se non hai mai visto un film o uno spettacolo di Transformers prima di Rise of the Beasts o anche Bumblebee, questo film sarà una cosa molto, VERY difficile da apprezzare.

Transformers: Rise of the BeastsTransformers: Rise of the Beasts

Non voglio appoggiarmi agli spoiler qui, quindi dirò solo che la scena alla fine del film mi rende sempre più preoccupato per questo franchise cinematografico, poiché sta creando qualcosa che in realtà non ha il peso narrativo dietro di esso. Come ex bambino, mi eccita molto vedere questo crossover arrivare in futuro, ma mi sembra troppo presto per farlo, e non riesco a vederlo ripagare troppo bene. Non tutto deve essere un universo cinematografico tentacolare dei dirigenti di Hollywood, nonostante quello che sembri pensare.

Annuncio pubblicitario:

Se ti piacciono i robot sotto mentite spoglie, ci sono elementi divertenti in questo film, così come tutta una serie di riferimenti ai videogiochi degli anni '90 (incluso uno piuttosto significativo che presumo sia un riferimento Mega Man), ma se stai solo cercando un film da guardare in una serata pigra, Transformers: Rise of the Beasts probabilmente non soddisferà troppo il tuo desiderio cinematografico. Rispetto ai film di Bay, questo film è probabilmente sullo stesso grado di qualità, ma andando da Bumblebee, c'è un chiaro calo dal brillante e divertente film del 2018.

05 Gamereactor Italia
5 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Transformers: Rise of the Beasts

Transformers: Rise of the Beasts

RECENSIONE FILM. Scritto da Ben Lyons

I robot sotto mentite spoglie sono tornati, ma il franchise può tenere il passo con la qualità che Bumblebee ha offerto nel 2018?



Caricamento del prossimo contenuto