Italiano
Gamereactor
news
Dirt 5

Troy Baker racconta le sfide nel lavorare a Dirt 5

In occasione di una nostra intervista, il doppiatore/attore ci ha raccontato di questa esperienza insolita.

HQ
HQ

Recentemente abbiamo intervistato una delle voci più prolifiche di tutta l'industria videoludica, Troy Baker, cui abbiamo posto un sacco di domande su com'è stato lavorare su Dirt 5, che è un'esperienza meno narrativa rispetto a quelle cui è solitamente abituato.

Per cominciare, abbiamo chiesto a Baker come è arrivato al progetto di Dirt 5, e ci ha detto: "Ho iniziato a parlare con i ragazzi di Codemasters, hanno detto, 'e se inserissimo questa trama all'interno del nostro gioco e gli dessimo davvero un quadro narrativo, per qualcosa che è in generale, un gioco guidato dal guidatore.'"

Più avanti gli abbiamo chiesto se questo cambiamento di genere fosse stato impegnativo, ma Baker ci ha risposto: "È una sfida, perché è qualcosa che non ho mai fatto prima, e quando è un franchise che conosco...far parte di un franchise di cui conosco il gioco, e ora ci sono, è la parte migliore".

Abbiamo anche chiesto a Baker cosa rappresenta il suo personaggio. Ci ha detto: "È stato qualcosa di molto diverso. Sono entrato e loro mi hanno detto, 'Ecco una bibbia su AJ, con appendici', e avevano fatto tutto questo lavoro esaustivo per dirmi chi era questa persona, il che mi ha permesso come attore, di essere in grado di dire," Fantastico! Come risponde a questa situazione.'"

Puoi trovare l'intervista completa in cui Baker approfondisce tutte queste aree sopra. Incluso uno sguardo alla sua relazione con il collega doppiatore Nolan North, e com'è stato lavorare a The Last of Us Part II.

Dirt 5

Testi correlati

Dirt 5Score

Dirt 5

RECENSIONE. Scritto da Petter Hegevall

La serie di corse fuoristrada fa il suo debutto sulla nuova generazione, ma purtroppo, a causa di una serie di mancanze, non è l'esperienza che speravamo.



Caricamento del prossimo contenuto